Cronaca Ugento

Basile, gli assi del pm: spuntano nuovi interrogatori

"Stavo dormendo, non c'entro niente". Queste le parole dell'agricoltore 69enne Colitti di Ugento. Il Riesame prende tempo ma il pm De Palma ha gli interrogatori della mamma della bimba e della maestra

La villetta dove abitava Peppino Basile.

LECCE - "Io stavo dormendo, non c'entro niente, dormivo?". Queste le poche parole pronunciate, con la voce rotta dal pianto, da Vittorio Colitti, l'agricoltore 69enne di Ugento, vicino di casa del povero Peppino Basile ed accusato di essere il suo carnefice. Oggi lui era presente nell'aula del Tribunale del Riesame, dove il suo avvocato difensore Francesca Conte ha discusso per circa un'ora per chiedere ai giudici di rimetterlo in libertà ed affermare la mancanza dei gravi indizi di colpevolezza, a causa dei quali dal 25 novembre scorso si trova rinchiuso nel carcere di Borgo San Nicola.

Il collegio giudicante, presidente Laura Liguori, relatore Nicola Lariccia a latere Stefano Marzo, dovrà esprimersi nei prossimi giorni, dovrà valutare tutta la documentazione depositata relativa al corposo fascicolo di indagine. Ha discusso anche il pubblico ministero Giovanni De Palma, il quale oltre a ripercorrere tutti i punti che nell'ordinanza si contestano a Colitti, ha tirato fuori il coniglio dal cilindro: stamattina sono infatti stati depositati gli interrogatori della madre della bambina, la supertestimone che dice di aver visto i Colitti mentre colpivano a morte Basile, e quello della sua maestra.


Per ora non è trapelato nulla sul contenuto degli interrogatori, finora inediti per i difensori, ma c'è da scommettere che potrebbero concorrere a rafforzare ulteriormente l'impianto accusatorio. La difesa ha insistito sempre sull'innocenza di Vittorio Colitti, ribadendo che i rapporti con l'ex consigliere erano buoni ed escludendo ogni possibile motivo di acredine. Ha inoltre suggerito agli inquirenti di approfondire una pista che, a suo dire, sarebbe stata abbandonata con troppa facilità, ossia quella politica. Questione di giorni e conosceremo chi sarà il vincitore di questo primo round.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basile, gli assi del pm: spuntano nuovi interrogatori

LeccePrima è in caricamento