Cronaca Campi Salentina / Via Umberto I

Cade da una scala in casa del nipote, muore ore dopo in ospedale

Tragico incidente domestico: la vittima è un 72enne di Campi Salentina. Il fatto alle 11 in via Umberto I. E' spirato al "Vito Fazzi" nel primo pomeriggio

CAMPI SALENTINA – E’ morto intorno alle 14,30 mentre era ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Non c’è stato nulla da fare, purtroppo, per Pietro Sirsi, pensionato 72enne di Campi Salentina, ma conosciuto dai più come Pierino, nel comune che sorge a pochi chilometri a nord di Lecce.

Tutto è successo in un attimo. Erano le 11, circa. L’uomo si trovava in via Umberto I, nell’abitazione di un nipote dal lato materno, 39enne, per aiutarlo in alcune incombenze. Stavano effettuando alcune misurazioni, probabilmente in previsione di alcuni lavori. Sirsi, in particolare, sembra che si trovasse su una scala. Ma, all’improvviso, avrebbe perso l’equilibrio, precipitando da un’altezza di circa 3 metri.

Purtroppo, nell’impatto ha battuto con violenza la testa sul pavimento. Il nipote ha subito chiesto soccorso e sul posto è arrivata un’ambulanza del 118. I sanitari hanno giudicato serie le ferite riportate, un trauma cranico, e l’ambulanza è ripartita in codice rosso verso il pronto soccorso dell’ospedale del capoluogo. Qui, l’uomo è stato visitato e poi trasferito nel reparto di Rianimazione. Purtroppo, però, nel primo pomeriggio, la situazione ha preso una piega drammatica e il 72enne è spirato.

I carabinieri della compagnia di Campi Salentina, al momento del decesso, sono stati avvisati di quanto avvenuto dall’ospedale. E sono iniziate, così, le ricostruzioni più dettagliate sulla dinamica che ha condotto al tragico incidente domestico.

Si tratta, purtroppo, del secondo caso grave in pochi giorni. Dinamica simile, anche se nel frangente s’è trattato di un incidente sul lavoro, si è verificata nell’episodio avvenuto  il 10 febbraio scorso nel cortile di una comunità di Lecce, dove a rimanere ferito cadendo da una scala, è stato uno dei soci proprietari di una vetreria della provincia di Brindisi.

Anche in quel caso, una corsa affannata in ospedale e il ricovero. Solo che, nell’episodio di oggi, la vicenda si è conclusa nel peggiore dei modi. Arrivato Pietro Sirsi ancora vivo nel nosocomio, il suo cuore di ha smesso di battere qualche ora dopo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade da una scala in casa del nipote, muore ore dopo in ospedale

LeccePrima è in caricamento