rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Carmiano / Via Veglie

A fuoco sedie e ombrelloni nella struttura ricettiva: è la seconda volta

È successo nelle campagne attorno a Carmiano. L'allarme è scattato e un vigilante, viste le fiamme, ha chiamato vigili del fuoco e carabinieri. Nell'agosto scorso, nello stesso giardino, si verificò un caso analogo

CARMIANO – Diverse sedie e ombrelloni, che si trovavano depositati nei pressi della piscina, sono finiti in fiamme, nel corso della nottata, all’interno di una struttura ricettiva nelle campagne di Carmiano. Un incendio, secondo quanto constatato dai carabinieri della sezione radiomobile di Campi Salentina, giunti poco dopo sul posto per avviare i primi accertamenti, di natura presumibilmente dolosa.

Insomma, qualcuno potrebbe aver scavalcato il muro di cinta portandosi dietro qualche bottiglia o tanica di benzina, da versare sul mobilio da giardino. Se fosse accertato in maniera definitiva, bisognerebbe capire, allora, il motivo, visto che è la seconda volta che si verifica un simile episodio.

Il primo a raggiungere il luogo, Villa Kit Kat, fra le vie S.C.E. di Brindisi e Veglie, poco prima di mezzanotte e un quarto, è stato un vigilante dell’istituto Ggs La Veliapol. E questo perché, all’improvviso, è scattato l’allarme collegato con la centrale operativa, che ha subito avvisato la pattuglia di zona. La guardia giurata, appena arrivata sul posto, ha notato fiamme e fumo levarsi da dietro il muro di cinta e ha così subito avvisato vigili del fuoco e carabinieri.

I primi sono arrivati dal distaccamento di Veglie, i secondi, di pattugliamento notturno, dalla compagnia di Campi Salentina. Spente le fiamme, si è proceduto ai primi accertamenti. Ora le indagini sono in mano ai militari della stazione di Carmiano.

L’attività in questione lavora d’estate, offrendo al pubblico accesso alla piscina e servizio di bar e ristorazione. E proprio all’estate scorsa, quindi quand’era nel pieno dell’attività, risale il precedente episodio, peraltro quasi a ridosso di ferragosto. La notte del 13, infatti, andarono a fuoco tavolini e sedie. Nella circostanza non fu stabilito se l’evento fosse stato doloso (anzi, si ritenne di possibile natura accidentale) e, comunque, la mattina dopo la struttura riprese regolarmente a lavorare, non essendo stato un evento di tale portata da pregiudicarne le attività. Ma, adesso, mentre si è ancora in inverno, con questo nuovo episodio, la faccenda assume una connotazione diversa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A fuoco sedie e ombrelloni nella struttura ricettiva: è la seconda volta

LeccePrima è in caricamento