Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

Il grave episodio poco dopo l'una di notte a Castiglione d'Otranto. I malviventi hanno bloccato un 71enne sul pavimento, mettendo a soqquadro l'abitazione, ma arraffando solo pochi monili 'oro

Foto di repertorio.

CASTIGLIONE D’OTRANTO – Era da solo, in casa. Ed era notte fonda. All’improvviso, rumori sospetti. Poi, ecco spuntare nella penombra le sagome di quattro uomini. E in un attimo, in quell’abitazione è calato il gelo. Pochi istanti, ma che per un uomo di 71 anni di Castiglione d’Otranto, ridente frazione di Andrano immersa nelle campagne del basso Salento, sono stati di puro terrore. In balia di una banda di rapinatori intenzionata a saccheggiare la sua abitazione, un piccolo appartamento a un piano unico che si affaccia direttamente sulla strada, di tutto ciò che di prezioso poteva custodire.

Il grave episodio è avvenuto poco dopo l’una della notte in via Tunisi. Un raid mirato, quello dei malviventi, che dovevano aver studiato l’obiettivo, ma ritenendo, probabilmente, anche che la vittima disponesse di molti più oggetti preziosi e denaro di quanto rimediato. Alla fine, infatti, sono scappati con pochi monili d’oro, senza trovare null’altro di loro gradimento. Giusto quello che lo stesso 71enne aveva indosso: anelli e collanine.

Stava guardando la televisione

Il 71enne, di certo, s’è trovato da solo, colto di sorpresa, ad affrontare un’intera banda che per entrare ha forzato la porta del garage. E ha potuto fare ben poco. Tutti con i volti coperti, non si sa se anche armati (di sicuro, non hanno esibito pistole o coltelli), in un attimo gli sono stati addosso mentre stava vedendo la televisione, immobilizzandolo sul pavimento, per poi mettere a soqquadro la piccola abitazione, in particolare la stanza da letto, dove spesso si possono trovare gli oggetti più preziosi. Ma, come detto, a parte i monili che lo stesso indossava, non c’era davvero molto altro da arraffare.

Un mezzo flop che ha provocato più agitazione e paura che danni, in una piccola comunità come quella di Castiglione dove fatti del genere rappresentano un’assoluta rarità. Alla fine, i malviventi si sono dileguati e sono subito stati avvisati i carabinieri. Sul posto, i militari del Nucleo operativo radiomobile di Tricase e della stazione di Spongano.

Al vaglio alcune videocamere

In zona vi sono alcune videocamere di privati cittadini che sono state subito visionate in cerca di indizi. E, in una località di poco più di mille e 200 abitanti, sembra che in coincidenza dell’orario della rapina siano transitate ben poche autovetture. Le poche tracce, finora, su cui agire, a parte la testimonianza diretta della vittima. Quanto alla via di fuga, si può ipotizzare che i rapinatori abbiano raggiunto da via Tunisi la strada provinciale 85, che conduce verso Montesano Salentino e, da lì, sulla strada statale 275.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento