Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Guagnano

Cocaina, hashish e marijuana: patteggiano due della “banda di Guagnano”

Un anno e dieci mesi con pena sospesa per due ventenni sorpresi dai carabinieri con oltre un chilo e mezzo di droga

LECCE – Hanno patteggiato una condanna a un anno e 10 mesi (con pena sospesa e non menzione della condanna) Simone Malerba, 22enne, ed Emanuele Leone, di 24, entrambi di Guagnano, arrestati il 25 maggio scorso per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La sentenza è stata emessa dal gip Michele Toriello, dopo che i legali dei due ventenni, gli avvocati Ilaria Baldassarre e Cosimo Casaluci, hanno ottenuto il consenso del pubblico ministero Donatina Buffelli. Entrambi sono tornati in libertà dopo aver trascorso cinque mesi e mezzo agli arresti domiciliari.

Malerba e Leone furono sopresi, in compagnia di altri due giovani, in un casolare nei pressi di Guagnano con un circa chilo e mezzo di marijuana, 100 grammi di hashish e 7 di cocaina. Da tempo i militari della stazione locale, guidati dal maresciallo Luciano Licchetta, e i colleghi della compagnia di Campi Salentina, al comando del capitano Alan Trucchi, stavano monitorando un casolare in disuso in via Petrarca.  Una lunga attività di monitoraggio che si era conclusa con il blitz dei militari, che avevano sorpreso i giovani spacciatori, sequestrando l’ingente quantitativo di droga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina, hashish e marijuana: patteggiano due della “banda di Guagnano”

LeccePrima è in caricamento