Cronaca Viale Gran Bretagna

Colpo grosso alla zona industriale, in azione la "banda dei panettoni"

Maxi furto la notte scorsa ai danni del deposito della "Pl logistica integrata" nella zona industriale di Lecce, dove i ladri hanno rubato quintali di generi alimentari. Sulla vicenda indaga la squadra mobile

Il deposito svaligiato

LECCE – Maxi furto in pieno clima natalizio alle porte del capoluogo salentino. I ladri che la notte scorsa hanno svaligiato il deposito della “Pl logistica integrata” nella zona industriale di Lecce, infatti, hanno rubato quintali di panettoni, e non solo: sono ventidue le pedane di generi alimentari sottratte, sedici di tonno, due di panettoni, tre di omogeneizzati  e una di liquori. Il deposito dell’azienda che si occupa di distribuzione (la cui sede legale è a San Donato di Lecce) , si trova nella zona industriale, in viale Gran Bretagna.

Si presuppone che i malviventi possano aver iniziato il lavoro intorno alle 21 di sera. A quell'ora, infatti, l'allarme sarebbe scattato, tanto che vi sarebbe stato un primo controllo con il titolare, nel corso del quale non sarebbe però emerso nulla. Se così fosse, si potrebbe pensare che i malviventi fossero in realtà già ben mimetizzati all'interno del perimetro, tanto da riuscire in seguito a spruzzare vernice di colore grigio, rendendo i sensori volumetrici inutilizzabili. A quel punto, hanno forzato l'ingresso posteriore, senza curarsi delle telecamere di videosorveglianza, agendo praticamente indisturbati.

Per scongiurare l'intervento del personale dell’Istituto di vigilanza "La Velialpol", i ladri hanno operato al buio utilizzando alcune torce elettriche. Ed hanno hanno fatto razzia di beni alimentari, saccheggiando grandi quantità di panettoni, omogeneizzati, tonno e anche amari. Complessivamente sono state portate via ben 23 pedane di prodotti alimentari: 16 di tonno in scatola, 3 di panettoni, 3 di omogeneizzati ed una di amaro. Il tutto con un valore commerciale considerevole. Sulla vicenda si stanno concentrando le ricerche degli uomini della squadra mobile di Lecce. Gli agenti hanno eseguito un primo sopralluogo per raccogliere le deposizioni dei titolari ed elementi utili ai fini delle indagini. Al vaglio degli investigatori le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso. Dall’analisi dei fotogrammi potrebbero, infatti, emergere elementi utili per risalire all’identità dei ladri amanti dei dolci natalizi.

Tutta l’area, infatti, è munita di telecamere sia all’interno, sia all’esterno, e dalla visione delle immagini, si è appurato che i ladri,  dopo aver tagliato le cerniere di una porta di emergenza nella parte vuota del capannone, hanno hanno praticato un varco nel muro in carton-gesso per poi introdursi nel magazzino della ditta ed uscirne con la merce dal cancello scorrevole dopo aver forzato il lucchetto, premunendosi di richiudere sia la porta di sicurezza manomessa che lo stesso cancello scorrevole, operato usando  un grosso Tir fatto entrare nella parte libera del capannone per poi uscire dal cancello scorrevole dopo aver forzato il lucchetto, premunendosi di richiudere sia la porta di sicurezza manomessa, sia lo stesso cancello scorrevole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo grosso alla zona industriale, in azione la "banda dei panettoni"

LeccePrima è in caricamento