Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Concorso in omicidio, ex gestore di una sala giochi deve scontare oltre sei anni

Cesare Basolato, 52enne, ha ricevuto un ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale di Roma per fatti risalenti al 2002. Sarebbe stato coinvolto nella trattativa per un acquisto di cocaina che portò poi ad un assassinio

SAN CESARIO DI LECCE – Sei anni e tre mesi di reclusione. Tanto dovrà scontare Cesare Basolato, 52enne di San Cesario di Lecce, che questa mattina è stato condotto nel carcere di Borgo San Nicola. A notificargli l’ordine di carcerazione sono stati i carabinieri della stazione locale, su ordine della Procura generale presso la Corte d’appello di Roma. L’uomo risponde di concorso in omicidio. Basolato ha nominato come legale di fiducia l'avvocato Giampiero Tramacere, che a breve incontrerà il suo assitito e acquisirà le carte relative al procedimento.

Il fatto avvenne nell’agosto del 2002 a Monterosi, in provincia di Viterbo. La vittima, Luciano Sardi, di Guidonia. Nella vicenda sono stati condannati anche tre fratelli sardi. Michele Mulas confessò poco tempo dopo le indagini avviate dalla squadra mobile ed è stato condannato con sentenza definitiva. Le successive indagini hanno poi acceso un faro anche sul coinvolgimento dei suoi fratelli, Roberto e Manuel Mulas, che in Appello, nel gennaio dello scorso anno, sono stati condannati rispettivamente a dieci anni e otto mesi e sette anni e tre mesi.

Basolato, che all’epoca dei fatti gestiva una sala giochi a Monterosi, sarebbe stato a sua volta al centro di una trattativa per l’acquisto di cocaina, causa del successivo omicidio. Sardi, un pregiudicato residente a Guidonia, fu ucciso a pistolettate. Il cadavere fu nascosto sotto terra. A breve distanza, la polizia scoprì anche un involucro con 300 grammi di cocaina. L’inchiesta partì proprio da questo particolare, facedno luce su regolamenti di conti nell'ambito dello spaccio nella zona. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso in omicidio, ex gestore di una sala giochi deve scontare oltre sei anni

LeccePrima è in caricamento