Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Multa alla guida senza permesso, il sindacato di Confcommercio: “Risultato importante”

Confguide, che già per due volte nel corso dell’anno aveva sollecitato la polizia locale, commenta con soddisfazione l’episodio della sanzione da mille euro comminata ad una docente precaria priva dell’autorizzazione in base alla legge regionale

Scolaresche in visita alla basilica di Santa Croce.

LECCE – L’associazione delle guide turistiche aderenti a Confcommercio esulta, ma il dibattito è aperto.

La multa di mille euro – massimo edittale - comminata ad una professoressa precaria, non inclusa nell’elenco delle persone autorizzate in base ai requisiti della legge regionale vigente, ha sollevato approvazioni da una parte, ma anche contestazioni dall’altra, come del resto conferma il tenore di alcuni commenti dei lettori di Lecceprima.

Confguide, sigla sorta circa un anno addietro in Confcommercio, ritiene che “si possa parlare di un primo importante risultato nel contrasto all’abusivismo nell’esercizio della professione”. Solo pochi giorni addietro i “ciceroni” regolari avevano minacciato un esposto per sollecitare le amministrazioni ad adempiere ai compiti di verifica previsti dalla normativa pugliese che indica proprio gli enti e la polizia locale come organi preposti alla vigilanza.

E non è forse casuale che nei giorni immediatamente successivi siano stati disposti dal comando di polizia provinciale appositi controlli che hanno portato alla clamorosa multa.

Confguide Confcommercio ricorda che  “da diverso tempo ha intrapreso una incisiva azione di contrasto al fenomeno diffuso dell’esercizio abusivo dell’attività professionale di guida e accompagnatore turistico. Lo fa costantemente sia invitando gli operatori abilitati a segnalare al sindacato qualsiasi caso di abusivismo, anche testimoniato da pubblicità, locandine, biglietti da visita o pagine web  in cui viene esplicitamente riportata l’offerta di visite guidate gratuite o a pagamento offerte da persone non abilitate alla professione, che attraverso opportune richieste di controllo fatte direttamente alle autorità competenti”, come quelle inoltrate a gennaio e agosto scorso alla polizia locale di Lecce.

Il presidente di Confocommercio, Alfredo Prete, ha così commentato: “Ci auguriamo  che l’opera di controllo e verifica delle licenze di accompagnatori e guide turistiche proceda con la consueta attenzione e intensità. Siamo convinti che tale modus operandi rappresenti uno dei mezzi più efficaci per assicurare ai turisti la possibilità di usufruire di servizi turistici di elevato e comprovato livello professionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multa alla guida senza permesso, il sindacato di Confcommercio: “Risultato importante”

LeccePrima è in caricamento