Cronaca

Motori di auto e paraurti senza indicazioni di provenienza: nei guai carrozziere

Un 41enne di Matino denunciato per ricettazione dopo il controllo nel laboratorio. Un 27enne di Casarano colto a spacciare in casa

L'officina a Matino in cui è stata eseguita la perquisizione

MATINO – Parti di auto di dubbia provenienza: quattro motori completi, paraurti e portiere di diversi modelli e marche. E scatta la denuncia. E’ accaduto nella giornata di ieri, a Matino, dove i carabinieri della compagnia di Casarano hanno coper3-8-13to componenti di veicoli con numeri di identificazione abrasi o sprovvisti  della documentazione e dei certificati di provenienza.

Sentita l’autorità giudiziaria, i militari dell’Arma hanno sottoposto a sequestro tutto il materiale rinvenuto nell’autofficina e denunciato in stato di libertà  E.S., un 41enne del luogo, con l’accusa di ricettazione. A Casarano, sempre nella giornata di ieri, i militari del Nucleo operativo e radiomobile hanno notato dei movimenti sospetti nei pressi di un’abitazione.

I carabinieri hanno atteso che gli individui notati uscissero dall’appartamento ed è scattata la perquisizione. In cucina e in camera da letto hanno rinvenuto rispettivamente otto grammi di hashish e sette grammi di marijuana suddivisi in diverse dosi, un bilancino di precisione, un taglierino e 25 euro in banconote ritenute l’incasso dell’attività di spaccio.art. 73 rdm-2

Tutto il materiale è stato sequestrato e S.M, 27enne, è stato denunciato per  detenzione ai fini di spaccio di droga. Uno degli acquirenti bloccato all’uscita di casa è stato identificato e trovato in possesso di una dose di hashish: per lui la segnalazione  agli uffici della prefettura leccese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motori di auto e paraurti senza indicazioni di provenienza: nei guai carrozziere

LeccePrima è in caricamento