rotate-mobile
Sabato, 24 Settembre 2022
Cronaca

Centinaia di denunce: 4 in auto con motivazioni tutte diverse, uno col bimbo a pattinare

Tra le motivazioni più insolite, raccolte dalla polizia a Lecce, anche quella di un uomo uscito per andare a bere un caffè al distributore automatico della sede universitaria

LECCE – “Fornisca l’autocertificazione con i motivi dello spostamento”. Ma in tanti, come ormai è noto, di urgenze per uscire da casa non ne avevano affatto. Molte delle centinaia di denunce formalizzate, nelle ultime ore, dai poliziotti della questura leccese, sono state contestate durante i controlli effettuati lungo la tangenziale e sulla provinciale 364 che collega Lecce a San Cataldo: qui sono stati sanzionati molti ciclisti e un uomo che aveva portato i figli a pattinare.

In città, invece,  deferito un ragazzo in via Argento, trovato a spasso. In Piazza Dante, in tre se ne stavano a chiacchierare sulla panchina. Nella vicina via Pozzuolo, inoltre, un uomo stava andando a prendere un caffè al distributore automatico di viale dell’Università e, in via Torre del Parco, in quattro viaggiavano sulla stessa auto con quattro motivazioni differenti. Tutti nei guai.  

Inoltre, numerose segnalazioni sono pervenute da cittadini alla centrale operative della Questura che riguardano persone che violano le norme del decreto e il divieto di uscire di casa. Gli operatori delle volanti intervengono accertando sempre la veridicità delle segnalazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centinaia di denunce: 4 in auto con motivazioni tutte diverse, uno col bimbo a pattinare

LeccePrima è in caricamento