Si spacciano per commercianti di vestiti, ma truffano tre vittime

Denunciati padre e figlio. In cambio di indumenti, chiedevano soldi per “rientrare” in Germania

Foto di repertorio.

LECCE – In due nei guai per truffa, nelle ultime ore, a seguito di tre denunce sporte in caserma da parte di altrettante vittime di raggiri. Si tratta di V.B., un 55enne di Napoli e di R.B., il figlio 31enne, identificati dai carabinieri della stazione di Santa Rosa, a Lecce.

Il copione era sempre lo stesso: dopo aver avvicinato in strada i malcapitati, fingendo di essere commercianti di vestiti e figli di amici d’infanzia, li convincevano dapprima ad accettare in regalo alcuni indumenti provenienti da esposizioni d’abbigliamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopodiché, procedevano col piano: ovvero la richiesta di somme denaro come “rimborso spese” per un fantomatico rientro in Germania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento