menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo in cui intervennero i carabinieri.

Il luogo in cui intervennero i carabinieri.

Diede fuoco al padre della ex e si barricò con la nonna, rischia 9 anni

Arriva la richiesta del pubblico ministero nel processo ad Alvise Miccoli, 33 anni, di Nardò. Attesa per lunedì la sentenza

LECCE - Fu una mattinata di terrore, quella vissuta da una famiglia di Nardò il 26 luglio del 2016, quando Alvise Miccoli, 33enne neretino, nel tentativo di avere un chiarimento con la ex, fece irruzione nell’abitazione dei suoi genitori, cosparse di benzina il padre e gli diede fuoco, e infine si barricò dentro casa con la nonna e la sorella.

Ora per questo episodio, il 33enne rischia 9 anni di reclusione. Tanti ne ha invocati il pubblico ministero Emilio Arnesano nel processo col rito abbreviato. Le sue sorti si conosceranno lunedì prossimo, quando il gup (giudice per l’udienza preliminare) Simona Panzera pronuncerà il verdetto. L’imputato è difeso dall’avvocato Luigi Corvaglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento