Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Poste ritardatarie, il Pdl protesta: "Un'emergenza"

Il servizio postale di Calimera, negli ultimi tempi, ha subito gravi disagi, a seguito del trasferimento dell'ufficio Recapito sotto la direzione delle Poste di Martano. A denunciare la situazione, il capogruppo comunale del Pdl

CALIMERA -  Negli ultimi mesi, il servizio postale, a Calimera, sarebbe sempre più un disservizio. Irregolare e discontinuo, fatto di bollette e fatture scadute, rimborsi ritardatari che provocano conseguenze economiche e strascichi giudiziari. Persino le raccomandate avrebbero subito ritardi di oltre un mese. A denunciare "la situazione ormai insostenibile", i consiglieri comunali  del Pdl, del comune grico.

Per il portavoce del coordinamento comunale del Pdl, Antonio Mattei, le cause sarebbero da imputare al trasferimento dell'ufficio recapito calimerese, alla direzione di quello di Martano. A questo si aggiunge il fatto che, nonostante l’assenza di 2 portalettere su 5, un terzo  sia stato messo in ferie per un mese  per “vincolante indicazione gestionale“, lasciando l’ufficio praticamente senza personale e costringendo i poveri 2 postini presenti a tentare di coprire l’intero paese, compresa parte del vicino comune di Martignano".

Nonostante i reclami verso Poste Italiane da parte dell'amministrazione comunale, "è tempo di interessare l’autorità giudiziaria, considerato l’interruzione di servizio pubblico e possibile truffa a danno di coloro che pagano il servizio postale per l’invio e la consegna di corrispondenza", hanno fatto sapere da Calimera, chiedendo l'intervento del Prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta.

 

 .
                                                              

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste ritardatarie, il Pdl protesta: "Un'emergenza"

LeccePrima è in caricamento