Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Veglie

Dopo anni di violenze i genitori decidono di denunciarlo. Lui distrugge la casa

Nella tarda serata di ieri i carabinieri della stazione di Veglie hanno proceduto all'arresto in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia ed estorsione, un 24enne leccese residente a Veglie con i genitori e la sorella. Da circa due anni i familiari dell'arrestato avrebbero subito le sue violenze e le sue minacce

LECCE – Nella tarda serata di ieri i carabinieri della stazione di Veglie hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia ed estorsione un 24enne leccese residente a Veglie con i genitori e la sorella. Da circa due anni i familiari dell’arrestato avrebbero subito le sue violenze e le sue minacce. Il più delle volte accompagnate da una richiesta di soldi.

In alcune circostanze la madre sarebbe anche stata minacciata, di morte, con un coltello alla gola. Due giorni, poco prima dell’arresto, il padre ha dovuto sottoporsi alle cure dei sanitari perché, intervenuto in difesa della figlia, aveva subito dal 24enne una lesione (ecchimosi contusivi) al ginocchio. Ieri sera, mentre i genitori disperati si trovavano in caserma per denunciare quanto accaduto negli ultimi due anni, la figlia ha chiamato in caserma invocando aiuto: si era dovuta rifugiare sotto il letto perché il fratello stava demolendo il mobilio.

Immediato l’intervento dei militari che sono anche riusciti a far calmare immediatamente il giovane. Dei fatti è stato informato il magistrato di turno, che ha disposto il trasferimento del giovane presso la casa circondariale di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo anni di violenze i genitori decidono di denunciarlo. Lui distrugge la casa

LeccePrima è in caricamento