Cronaca

Due impronte sulla finestra, incastrato per furto in casa dell'estate scorsa

Franco Perrone, 65enne di San Pietro Vernotico, è finito in carcere per un episodio avvenuto a Porto Cesareo nel settembre del 2014. Scassinando la finestra di una villetta di una turista padovana, lasciò frammenti d'impronta che, analizzate, hanno ricondotto a lui, volto già ampiamente noto

PORTO CESAREO – Non se l’aspettava. Forse aveva persino dimenticato il fatto. A distanza di dieci mesi i carabinieri sono andati a bussare alla porta di casa. E dato che per i suoi precedenti lo fermano spesso, ha pensato a un controllo. Invece, i militari gli hanno mostrato un paio di manette e un capo d’imputazione ben preciso: furto in appartamento. E’ così che Franco Perrone, 65enne di San Pietro Vernotico, è finito in carcere. A incastrarlo, due impronte.

Ai primi di settembre dello scorso anno, una turista padovana in vacanza a Porto Cesaro, ebbe la sorpresa di una “visita” a domicilio. E non di amici. Qualcuno s’impossessò di due orologi di marca, quasi 200 euro in contanti, più un’altra serie di piccoli oggetti.

PERRONE FRANCO-2I carabinieri della stazione di Porto Cesareo iniziarono le indagini e i militari del Norm di Campi Salentina le chiusero quando rilevarono due frammenti d’impronta palmare sul profilo metallico di una finestra. Parziali, certo, ma comunque sufficienti per le analisi comparative dattiloscopiche. Da qui si è così risaliti a Perrone, che avrebbe forzato una tapparella e la struttura della finestra corrispondente, introducendosi in casa. Un quadro aggravato anche dai precedenti specifici, proprio per reati di tipo predatorio.

Il quadro indiziario è stato sufficiente per chiederne l’arresto, un orientamento che il pm Maria Vallefuoco prima e il gip Giovanni Gallo dopo hanno condiviso in pieno, con l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Stamattina, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Campi Salentina si sono dunque recati dunque a San Pietro Vernotico e, con i colleghi della stazione locale, hanno bussato alla porta di Perrone. Per lui era già pronta una cella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due impronte sulla finestra, incastrato per furto in casa dell'estate scorsa

LeccePrima è in caricamento