Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Piazza Giuseppe Mazzini

Due piccoli incendi in piazza Mazzini per l'incuria e il traffico va in tilt

In fiamme l'intercapedine davanti alla banca Unicredit e poco dopo un cestino nei pressi della Monte dei Paschi di Siena. Per il singolare doppio caso, traffico paralizzato per circa un'ora. Tutto per mozziconi di sigarette. Tempestivo l'intervento dei vigili del fuoco

I vigili del fuoco si calano sotto la banca.

LECCE– Momenti di paura in pieno centro a Lecce quando intorno alle 11 le fiamme si sono propagate nei locali interrati della Banca Unicredit di via Oberdan. La situazione è parsa subito preoccupante, vista la presenza di uffici e abitazioni e, soprattutto, a causa del fumo e delle fiamme che fuoriuscivano dalle griglie di ventilazione poste proprio dinanzi all’ingresso dell’istituto di credito.

L’allarme, lanciato da una dipendente della banca, spaventava per l’intenso odore, acre, che penetrava negli uffici dai finestroni al piano inferiore, è giunto alla sala operativa del comando provinciale dei vigili del fuoco in una mattinata tutto sommato tranquilla. Anche il traffico ha consentito ai mezzi dei pompieri di portarsi immediatamente sul luogo segnalato, dove, in men che non si dica, l’area in questione è stata messa in sicurezza, mentre gli agenti della polizia locale deviavano i veicoli sulle strade adiacenti.

Una volta rimossa una delle griglie di ventilazione dei locali interrati, utilizzati dalla stessa banca e accessibili solo dagli uffici all’interno, gli uomini del comandante Eugenio Barisano, coordinati dal caposquadra, hanno potuto accertare l’origine del rogo: un mozzicone di sigaretta.

Una cosa tanto banale quanto, purtroppo, assai frequente che dimostra quanto come sia scarso il senso civico di alcuni cittadini i quali, in barba alle regole e al decoro, mettono a rischio per pura pigrizia mentale, o indifferenza, la vita delle altre persone.

A questo però si deve aggiungere che il fuoco si è potuto propagare a causa dell’accumulo di cartacce e foglie secche lungo la mezza dozzina di metri dell’intercapedine che corre davanti al prospetto dell’edificio. Cosa che si sarebbe potuta evitare se si fosse effettuata la puntuale manutenzione dei locali. E mentre i vigili del fuoco intervenivano per bonificare l’area e consentire ai clienti della banca e ai passanti di tornare a svolgere tranquillamente le proprie faccende, a pochi passi un altro incendio.

Stavolta a prendere fuoco è stato un cestino per la carta che qualche altro “cittadino esemplare” deve aver scambiato per un posacenere. Singolare, però, che si sia trattato del cestino che si trova all’ingresso della banca Monte dei Paschi di Siena. Non c'è voluto molto in questo caso ai vigili del fuoco per estinguere il piccolo focolaio. Cittadini al sicuro, dunque, e conti in banca salvi: almeno per oggi i risparmi non sono andati in fumo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due piccoli incendi in piazza Mazzini per l'incuria e il traffico va in tilt

LeccePrima è in caricamento