Cronaca

Durante provoca Gabellone: "Chieda i danni a Maroni"

Il capogruppo del Pd ha scritto una lettera al presidente della Provincia. Appurato l'errore tecnico, sostiene il sindaco di Leverano, venga esaminata la possibilità di un risarcimento

pd_bilancio-2

LECCE - Il Pd alza il tiro e "bussa" nuovamente alle porte del ministero dell'Interno. La prima volta lo ha fatto con un'interrogazione parlamentare per capire l'origine della voragine finanziaria che rischia di risucchiare la Provincia di Lecce, adesso lo fa con una provocatoria lettera rivolta al presidente Antonio Gabellone. Oggetto: l'ipotesi di un'azione risarcitoria ai danni del dicastero per l'errore tecnico che avrebbe causato, come in un domino, una serie di danni a catena.

"Egregio Signor Presidente, come avrà appreso da articoli di stampa, gli onorevoli Ria e Bellanova hanno presentato, in data 30 giugno 2011, interrogazione al ministro dell'Interno per avere risposte in merito alla vexata quaestio relativa alle spettanze dovute alla Provincia per trasferimenti erariali a cavallo degli anni 1998/2002, a causa di una diversa serie di conguagli operati sul Fondo ordinario dello Stato, per effetto dell'incasso diretto da parte della Provincia di tributi propri (Rca e Iet in modo particolare)".

"In quel preciso momento storico i dati che la Provincia di Lecce contabilizzava, sempre con riferimento alle spettanze, risultavano perfettamente allineati con quanto comunicato dal Ministero dell'Interno, sia sul sito dello stesso, sia sui prospetti ministeriali di riferimento. Ciò nonostante nel 2010 il Ministero dell'Interno reiscrive i residui spettanti alla Provincia secondo una diversa tabella di riferimento, creando il cosiddetto "buco" di sette milioni di euro nel bilancio dell'ente".

"L'interrogazione degli onorevoli Ria e Bellanova chiedeva di sapere anche "se e in quale misura il Governo intenda intervenire finanziariamente a supportare in tutto o almeno in parte, la Provincia di Lecce, peraltro in un periodo in cui ha già subito, come tutti gli altri enti locali, una riduzione dei trasferimenti erariali che per l'anno 2011 è pari ad euro 6 milioni e 158 mila euro".

"La risposta scritta dell'onorevole Michelino Davico, sottosegretario di Stato, all'interrogazione presentata evidenzia che "?si conviene sul fatto che sulle pagine del sito internet della Direzione centrale della Finanza Locale, a seguito di una reimpostazione dei dati, non sono stati riportati precisamente i dati dei pagamenti e che ciò ha potuto indurre l'amministrazione provinciale di Lecce in errore" e che "?i dati dei pagamenti sono stati riportati sul sito internet con alcune imprecisioni, nel frattempo rimosse, dovute ad un errato funzionamento delle procedure informatiche?".

"Ciò detto la invito a valutare la possibilità di intervenire nei confronti del ministero dell'Interno, per richiedere l'intervento finanziario, di natura risarcitoria, da parte dello stesso, atteso che le responsabilità, ascrivibili al ministero stesso, hanno comportato nei confronti della Provincia, tutte le ormai note difficoltà d'ordine finanziario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Durante provoca Gabellone: "Chieda i danni a Maroni"

LeccePrima è in caricamento