Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

"Enrico Fermi" inondato dai vandali: lezioni sospese

L'istituto tecnico "Enrico Fermi" è stato nuovamente bersaglio nella notte di un raid vandalico. Rubinetti aperti ed estintori svuotati e scuola, in mattinata, dichiarata inagibile. Indaga la Digos

Nel pomeriggio le aule sono state pulite. C'era ancora un po' di polvere in qualche angolo.

Ennesimo atto di bullismo nelle scuole superiori del capoluogo e presa di mira ormai sistematicamente, una delle scuole più martoriate dalla bande di teppistelli: l'istituto tecnico industriale Fermi di Lecce in via Merine. I danni sono stati piuttosto consistenti, perchè l'intera scolaresca è stata costretta a disertare le lezioni e a bighellonare, come ormai consuetudine, lungo le vie del centro. In particolare, i due piani della scuola sono stati allagati dai vandali che hanno anche svuotato gli estintori lungo i corridoi. L'acqua ha invaso i bagni, i corridoi e le aule, che sono state totalmente allagate.


Ad accorgersi dell'accaduto è stato un bidello, quando ha aperto i cancelli della scuola. Il dirigente scolastico, constatato il danno, ha dichiarato l'inagibilità dell'edificio. Indagini in corso da parte dei carabinieri e degli agenti della Digos. Dall'inizio dell'anno, sono stati molteplici i raid notturni nell'istituto e i responsabili sono sempre riusciti a farla franca. E a ben poco, a quanto pare, sarebbe servita la maxi-lezione compiuta nei mesi scorsi ai danni della "banda dei fighetti", con sedici denunce ad altrettanti giovani. I "giochi" nelle scuole, come dimostrano i danni compiuti nella notte, non sono in realtà mai terminati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Enrico Fermi" inondato dai vandali: lezioni sospese

LeccePrima è in caricamento