Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Trepuzzi

Frode con patti territoriali, quattro aziende indagate

Cinque le persone finite nel mirino della guardia di finanza. Alla base, la percezione indebita di fondi. Si è partiti da una verifica fiscale, svelando un meccanismo più complesso d'intermediazione

TREPUZZI - Cinque persone indagate, fra amministratori e soci di quattro aziende nei territori di Trepuzzi e Lecce, tutte finite nel fascicolo del pm Imerio Tramis, dopo accertamenti svolti dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Lecce, sezione tutela entrate. Alla base, la percezione indebita di fondi, grazie ai Patti territoriali della provincia di Lecce, tipologia di finanziamenti presenti in diverse zone del Sud Italia per aiutare lo sviluppo delle imprese.

Piuttosto articolata, l'indagine, partita da verifiche di natura fiscale nei confronti di una società di Trepuzzi, specializzata nel settore delle costruzioni meccaniche, e che s'è poi estesa ad altri soggetti, svelando un meccanismo che ha consentito la percezione indebita, nel 2001 e nel 2004, di finanziamenti pubblici destinati all'acquisto di beni strumentali, per carpenterie metalliche, per un importo complessivo di oltre 428 mila euro.

L'inchiesta s'è svolta tramite accertamenti di movimenti bancari e riscontri incrociati in sede contabile. In particolare, è stato accertato il ruolo d'interposizione fittizia di diverse società che, mediante sovrafatturazione di beni nuovi e commercializzazione di altri usati, fatturati come nuovi, per oltre 631 mila euro, hanno permesso alla prima società di ottenere illecitamente i finanziamenti. Oltre alla segnalazione alla Procura di Lecce, anche quella amministrativa, per la riscossione di quanto ricevuto in modo illecito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode con patti territoriali, quattro aziende indagate

LeccePrima è in caricamento