Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Sfondano la vetrata e fuggono dalla comunità, ma trovano il carcere

Due diciottenni, ristretti nel centro "Casa Felics", sono evasi due volte in due giorni. Dopo la prima fuga hanno rimediato solo una denuncia, ma la seconda è costata loro il trasferimento a Borgo San Nicola

Il carcere di Borgo San Nicola.

 

MONTERONI DI LECCE – Al secondo tentativo, il magistrato di turno è stato meno indulgente e per Matteo Lanzone e Cosimo Ricchiuti, entrambi diciottenni, si sono aperte le porte del carcere di Borgo San Nicola. Non proprio la destinazione che i due ragazzi, ristretti nella comunità “Casa Felics” di Arnesano, immaginavano nei loro piani di fuga.

Il primo progetto di evasione è stato messo in pratica martedì 24 luglio, ma i carabinieri della stazione di Monteroni li hanno subito fermati. Per i due è scattata una denuncia. Imperterriti, Lanzone e Ricchiuti ci hanno riprovato il giorno successivo: dopo aver sfondato una vetrata, si sono dati alla macchia nelle campagne circostanti.

I militari hanno organizzato una battuta di ricerca e, per la seconda volta, hanno stroncato la fuga, arrestando in flagranza i due giovani per evasione e danneggiamento. Il sostituto procuratore Massimiliano Carducci ne ha disposto il trasferimento nel penitenziario leccese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfondano la vetrata e fuggono dalla comunità, ma trovano il carcere

LeccePrima è in caricamento