Banda del buco entra strisciando dal bagno del distributore: ripulisce slot-machine, immortalati autori

Ladri, nella notte, hanno arraffato circa mille e 200 euro dagli apparecchi elettronici del distributore “Ip” di via Taranto. Per accedere al locale, hanno praticato un foro sul muro posteriore. Sul posto, agenti delle volanti e colleghi della scientifica

Il distributore colpito in via Taranto

LECCE  - Entrano, strisciando sul pavimento. Poi riescono dallo stesso foro praticato sul muro. Infine accedono una seconda volta per poi dileguarsi del tutto. L’ennesimo furto, da parte della “banda del buco”, è stato scoperto questa mattina dai gestori della stazione di servizio “Ip” di via Taranto, a Lecce. Una banda di malviventi, intorno alle 4 e mezzo, ha creato un varco su un muro posteriore della rivendita di tabacchi, già presa di mira in passato.

Ai ladri non interessavano, evidentemente, né sigarette, né biglietti gratta e vinci: questi ultimi, infatti sono stati risparmiati alla razzia. Ad essere presi di mira, invece, gli apparecchi presenti nel locale: una slot-machine e macchina cambia soldi. Hanno arraffato il denaro custodito nei dispositivi, ancora in se di quantificazione, per poi fuggire indisturbati. Il bottino, secondo le prime stime, dovrebbe aggirarsi attorno ai mille e 200 euro.

Il colpo è stato scoperto dal personale di un istituto di vigilanza convenzionato con l’area di rifornimento, dopo l’attivazione dei sistema di allarme. L’antifurto, infatti, è scattato nonostante gli individui siano entrati aderendo al pavimento per non attivare i sensori. I vigilanti hanno poi allertato gli agenti di polizia della sezione volanti. Giunti sul luogo dell’accaduto, i poliziotti hanno eseguito un sopralluogo alla presenza dei colleghi della scientifica.

Oltre ai mattoni rimossi per fare una breccia sul muro del bagno, i malviventi hanno arrecato diverse conseguenze anche all’interno: risultano danneggiate le macchine da gioco, così come altra parte della merce presente nell’attività commerciale. Il personale della questura ha, sin dai primi istanti, recuperato i filmati del sistema di videosorveglianza: i fotogrammi hanno immortalato gli autori, completamente travisati con i cappucci delle felpe. Quelle riprese saranno comunque visionate nel corso della giornata dai tecnici della polizia di Stato, nel tentativo di recuperare altri indizi determinanti alle indagini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento