Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca Via Don Donato Franco

"Spaccata", la banda della Lancia Delta ripresa dalle videocamere

Ladri nella tabaccheria di via Donato Franco. Rubati qualche stecca di sigarette e biglietti del "gratta e vinci", dopo aver infranto la vetrina con una mazza. Sono dovuti fuggire quasi subito. A Salice fallisce la banda del buco

Foto di Antonio Quarta.

 

CARMIANO – Furto con “spaccata” nella notte, e questa volta i ladri - vestiti con tute bianche - sono fuggiti a bordo di una Lancia Delta grigia, dopo aver arraffato stecche di sigarette e biglietti della lotteria istantanea “gratta e vinci”. Il colpo, riuscito solo in parte, perché la banda ha dovuto operare in fretta e in furia, temendo l’arrivo della vigilanza privata, è avvenuto poco prima delle 4 del mattino. In azione, non meno di tre malviventi, probabilmente accompagnati da un complice alla guida dell’auto.

Erano esattamente le 3,48 del mattino, quando è scattato l’allarme della tabaccheria di proprietà di Emanuela Spagnolo, al civico 21 di via Don Donato Franco, strada che confluisce nelle due principali arterie che solcano il paese, via Roma a nord e via Veglie a sud. Dunque, un piano ben studiato, con più possibili vie di fuga. L’antifurto era collegato con la centrale operativa della Velialpol. Sul posto sono confluite le pattuglie delle guardie giurate, che hanno poi avvisato i carabinieri.

I ladri erano fuggiti, con un bottino non proprio corposo, ma dopo aver provocato un danno di rilievo. Usando grosse mazze, infatti, hanno spaccato la vetrina ed è in questo modo che sono riusciti a entrare nell’attività commerciale. La quale, però, è disposta di videocamere di sorveglianza, che hanno immortalato tutta la scena e il modello di auto impiegato per la fuga. I filmati saranno nelle prossime ore al vaglio dei carabinieri della stazione locale e della compagnia di Campi Salentina, intervenuti sul posto per le indagini e potrebbero fornire buone indicazioni per cercare di identificare i malviventi.     

Nella vicina Salice Salentino, invece, la "banda del buco" ha mancato il colpo, dopo la scoperta del dirigente dell'ufficio postale di via Dante Alighieri, di un foro scavato in una parete. I ladri hanno lavorato di buona lena, nottetempo, riuscendo a praticare un buco attraverso il quale, con ogni probabilità, si sarebbero poi introdotti al mattino, per arraffare il denaro. La scelta del giorno non è stata casuale, perché oggi era previsto il pagamento delle pensioni e, di conseguenza, le casse dell'ufficio si sarebbero riempite con contanti per non meno di 100mila euro. Ma i piani sono saltati e la banda ha dovuto fare dietrofront. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spaccata", la banda della Lancia Delta ripresa dalle videocamere

LeccePrima è in caricamento