Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Furto di 200 chili di "oro rosso" scoperto prima che la vittima se ne accorgesse

Il materiale, giudicato subito sospetto, trovato e sequestrato ieri in un garage di un parente del sorvegliato speciale Antonio Sansonetti, 29enne. Ma solo questa mattina un imprenditore ha denunciato il furto ai carabinieri

 

SURBO – Il furto? Scoperto prima ancora che la vittima se ne accorgesse e sporgesse denuncia. E tutto, semplicemente dopo un controllo in casa di un sorvegliato speciale. Per il quale è scattato l’arresto. E’ successo a Surbo, dove i carabinieri hanno chiuso un’indagine - è il caso di dire -, davvero molto rapida, su un caso di furto e ricettazione di circa due quintali di rame e rubinetterie d’acciaio.

Ieri pomeriggio, i militari, durante uno dei tanti controlli a persone sottoposte a misure cautelari di vario tipo, hanno deciso di fare una verifica anche su Antonio Sansonetti, 29enne, in prossimità di un garage di un suo parente, L.R.. Ad insospettire i carabinieri è stato l’atteggiamento, che loro stessi hanno definito eccessivamente collaborativo, tanto che hanno deciso di vederci più a fondo, facendo una capatina anche l’interno del locale. E facendo una scoperta sorprendente: dentro, c’erano cavi e tubi di rame per circa 200 chilogrammi, più e altri componenti in acciaio usati nel campo dell’impiantistica idraulica. Poco convincenti sarebbero apparse le spiegazioni dei presenti per giustificarne il possesso, e così è scattato un sequestro preventivo del materiale, in attesa di accertarne la provenienza.

SANSONETTI-5Le ricerche sono state estese in tutta l’area di competenza, fino a quando, questa mattina, i carabinieri hanno rintracciato un imprenditore che si era appena reso conto di aver subito, nei giorni precedenti, il furto di un ingente quantitativo di componenti idraulici di rame e acciaio per un valore dichiarato di circa 25mila euro. La merce era sparita dal suo deposito nella zona industriale di Surbo.

Insomma, all’atto della presentazione in caserma dell’imprenditore, i carabinieri avevano già recuperato la refurtiva. Grazie all’accurata descrizione, infatti, è stato semplice collegare il ritrovamento del materiale sequestrato alcune ore prima, con quello oggetto di denuncia. Sansonetti è stato arrestato per aver violato le prescrizioni imposte 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di 200 chili di "oro rosso" scoperto prima che la vittima se ne accorgesse

LeccePrima è in caricamento