Cronaca Via Chiesa

Finto penitente tenta di rubare le offerte e poi minaccia i sacerdoti

Denunciato un 44enne che a Galatone s'è introdotto nella chiesa madre cercando di forzare una lumiera contenente il denaro

GALATONE – Finto penitente, accovacciato nei pressi di una lumiera, non stava né pregando, né devolvendo qualche moneta. Piuttosto, sembra che le monete volesse raccoglierle, tentando uno scasso. Quarantaquattrenne, senza un posto di lavoro e, fino a ieri sera, senza nemmeno guai con la giustizia, non è stato lesto a sgraffignare le offerte, dopo aver varcato la soglia della chiesa madre di Galatone, dedicata a Maria Ss. Assunta.

Erano le 19 circa, quando è entrato nella basilica che spicca nel cuore del centro storico, in via Chiesa. All’inizio sarà forse sembrato un normale visitatore, magari un fedele solitario. In breve, però, le vere intenzioni si sarebbero manifestate, facendo intervenire due sacerdoti: parroco e viceparroco. Sorpreso nel tentativo di forzare la lumiera, avrebbe anche minacciato i due religiosi.

Ma nel frattempo, era già stato richiesto l’intervento dei carabinieri della stazione locale. In breve una pattuglia ha raggiunto la chiesa madre e fermato il 44enne. E, chiariti i primi contorni della faccenda, i militari hanno accompagnato l’uomo in caserma. Qui, è stata ricostruita la vicenda più nel dettaglio e, alla fine, per l’uomo è scattata una denuncia a piede libero. Risponde di tentato furto e minacce, per quel gesto scriteriato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finto penitente tenta di rubare le offerte e poi minaccia i sacerdoti

LeccePrima è in caricamento