rotate-mobile
Cronaca Galatone

Folle notte di “spaccate”: tre in rapida sequenza con un furgone lanciato in retromarcia

A Galatone, nell'arco di mezzora, un soggetto con un Ducato Daily rubato, ha assalto le aree di servizio Sogercarb di via Savoia, Q8 di via del Mare ed Eni Station di via Lecce. Sottratti la cassaforte di una colonnina per il self-service e i soldi di due registratori di cassa

GALATONE – Di solito agiscono in non meno di tre e di distributori ne assaltano uno, massimo due in una singola notte. Questa volta, invece, tutta l’opera sarebbe stata messa segno da un solo soggetto, in grado di colpire in rapida sequenza ben aree di servizio e in tutte saccheggiare denaro, dopo aver provocato danni per migliaia di euro usando un furgone rubato come ariete, lanciandolo in retromarcia.

Spavaldo è dir poco, l’uomo che nell’arco di mezzora, dall’una all’una e mezza circa, ha fatto razzie dentro Galatone, ovviamente incappucciandosi a dover per coprire il volto e scegliendo con cura obiettivi collocati in zone periferiche, dandosi probabilmente persino una scaletta da seguire. Su tutti i casi sono adesso al lavoro gli agenti di polizia del commissariato di Nardò, che stanno raccogliendo in queste ore le denunce delle vittime e quantificando i danni precisi. Nel corso della nottata, però, anche i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Gallipoli sono venuti in soccorso ai colleghi delle volanti, visto che, strada facendo, si andava scoprendo un colpo dietro l’altro.

Abbattuta una colonnina

La serie di furti con spaccata dovrebbe essere stata la seguente. Prima area di servizio assaltata, la Eni Station di via Lecce. Qui, l’incursore ha lanciato il veicolo, un Ducato Daily, contro la colonnina dell’erogazione di carburante self-service, sradicandolo per potersi appropria della cassaforte contenente le banconote versate dagli automobilisti che fanno rifornimento. E dovrebbe essere questo il caso in cui il malvivente ha racimolato il bottino più corposo, anche se al momento deve essere quantificato. E pensare che si era solo all’inizio.

Sfondate due vetrate

Non contento di quanto già rubato, poco dopo, infatti, lo stesso uomo ha impiegato il Daily per abbattere una vetrata presso il distributore di metano Sogercarb di via Savoia (la strada che conduce a Nardò), scendere, arraffare il registratore di cassa e ripartire. Identica operazione è stata eseguita qualche minuto più tardi al bar annesso al distributore Q8 di via del Mare. In totale, fra uno e l’altro, dovrebbe aver sottratto poco meno di 400 euro.  

21b81eb7-f80c-4007-8821-8575aba5486c

La conoscenza dei luoghi e la disinvoltura con cui l’uomo si è mosso, lasciano presupporre che possa essere residente in zona. Anche il furgone, d’altro canto, è risultato rubato la sera precedente a Galatone. È stato ritrovato abbandonato questa mattina in un’area di campagna, nello stesso agro galatonese, alle spalle del cimitero.

ec2a8f05-a8c3-4081-bac1-f8bd3ca34d67-2

Gli investigatori del commissariato neretino, ora, stanno vagliando le immagini delle diverse telecamere presenti nei distributori assaltati, a caccia di quel dettaglio giusto che possa instradarli verso l’identificazione del responsabile di una notte di folle devastazione.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle notte di “spaccate”: tre in rapida sequenza con un furgone lanciato in retromarcia

LeccePrima è in caricamento