Cronaca

Sul gommone con 600 chili di marijuana, condannati e multati i due scafisti

L’arresto fu eseguito dopo un inseguimento terminato nella marina di San Cataldo. Ieri il verdetto: 6 anni e 8 mesi di reclusione e 50mila euro di multa

Una foto relativa alla notte del sequestro, era il 31 dicembre del 2017.

LECCE -  La giustizia ha presentato il conto ai due scafisti arrestati dalla Guardia di finanza per aver trasportato a bordo di un gommone oltre 600 chilogrammi di marijuana. Stiamo parlando di Aldo De Carlo, 37 anni, di Brindisi, e di Alfred Gjondela, 54 anni, di Valona, fermati, al termine di un inseguimento, nella marina di San Cataldo.

Per quest’episodio avvenuto nella notte di San Silvestro, entrambi sono stati condannati a 6 anni e 8 mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 50mila euro. Il verdetto è stata emesso ieri dal giudice Edoardo D’Ambrosio, al termine del processo discusso col rito abbreviato. La pubblica accusa, rappresentata in aula dal pubblico ministero Stefania Mininni, aveva invocato per ciascuno degli imputati la pena di 9 anni.

I difensori dei due scafisti, Alexia Pinto e Alessandro Costantini Dal Sant, hanno già annunciato il ricorso in appello, non appena il giudice avrà messo nero su bianco le motivazioni della sentenza (entro novanta giorni).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul gommone con 600 chili di marijuana, condannati e multati i due scafisti

LeccePrima è in caricamento