Cronaca

I Vigili del fuoco s'infiammano e vanno in sciopero

Rivendicano fondi e personale. Uil e Cisl sperano di aprire le trattative per il rinnovo del contratto di lavoro. Prevista agitazione sotto la Prefettura

Mancano 24 ore per lo sciopero dei vigili del fuoco. I pompieri hanno deciso questa volta di non spegnere il fuoco. E anzi di dare sfogo al malcontento che cova sotto la cenere delle richieste disattese.Uil e Cisl chiedono la copertura del turn-over del personale, nonché la stabilizzazione dei precari già da quest'anno.

I vigili del fuoco patiscono la penuria di personale e delle risorse per l'attività istituzionale. Soldi che la recente legislazione ha decurtato. E chiedono che retribuzioni e trattamenti previdenziale siano adeguati alla professionalità degli operatori e alla gravosità e all'usura del lavoro. Lo sciopero rivendica anche l'allineamento progressivo al lavoro degli altri corpi dello Stato.

I sindacati sperano di far aprire le trattative per il rinnovo del contratto di lavoro, dopo il fallito tentativo di conciliazione esperito il 27 aprile scorso. Cisl e Uil cercheranno anche il ripristino delle corrette assegnazioni finanziarie dell'Opera nazionale assistenza per il personale dei vigili del fuoco. Lo sciopero di dopodomani del personale operativo turnista durerà dalle 10 alle 14. Vi aderiranno anche i pompieri in servizio nelle sedi aeroportuali.


Il personale a servizio giornaliero e quello amministrativo, tecnico e informatico incroceranno le braccia per l'intera giornata. Gli scioperanti si recheranno sotto la Prefettura, ma durante la protesta saranno assicurati i soccorsi urgenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Vigili del fuoco s'infiammano e vanno in sciopero

LeccePrima è in caricamento