Cronaca

Identificata la donna morta nelle acque di Rivabella: è una 78enne di Aradeo

La figlia dell'anziana, che risponde al nome di Giorgina Apollonio, ha contattato gli ospedali, dato che non riusciva a prendere più contattato con la madre, e s'è risaliti alle generalità. Il decesso è avvenuto nella tarda mattinata di venerdì 9 agosto, sul litorale ionico

LECCE – E’ stata identificata oggi la donna deceduta intorno alle 11 del 9 agosto nelle acque di Rivabella, fra Gallipoli e Sannicola, nei pressi dello stabilimento “Rosa dei venti”. Si tratta di Giorgina Apollonio, 78enne, originaria di Aradeo.

La donna si era recata al mare da sola, due giorni addietro. Stroncata da un malore mentre si trovava in acqua, era stata riportata a riva da alcuni bagnanti, che avevano poi chiamato il 118. Per lei, però, non c’era stato più nulla da fare. Nelle vicinanze non erano stati trovati documenti identificativi e, condotta presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, questa mattina ogni dubbio s’è diradato.

I famigliari, che non avevano più notizie di lei e che non riuscivano ovviamente a prendere contatto, si sono rivolti a forze dell’ordine e ospedali. E s’è capito quasi subito che l’identità poteva corrispondere a quello della donna fino a quel momento senza nome. L’identificazione presso l’obitorio del nosocomio leccese ha fugato ogni dubbio ed è avvenuto ad opera della figlia. Il corpo, dopo l'esame del medico legale Alberto Tortorella, che ha stabilito la morte per annegamento, è stato riconsegnato alla famiglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identificata la donna morta nelle acque di Rivabella: è una 78enne di Aradeo

LeccePrima è in caricamento