Cronaca

Il cellulare rubato al Sud ritrovato al Nord grazie all'Imei: una denuncia

Da Racale a Bologna con il cellulare rubato a un uomo di Sannicola. Uno stravagante e lungo giro da sud a nord della penisola, che non ha però permesso di scampare a una denuncia. I carabinieri della stazione di Sannicola hanno infatti deferito un 27enne

@TM News/Infophoto

SANNICOLA – Da Racale a Bologna con il cellulare rubato a un uomo di Sannicola. Uno stravagante e lungo giro da sud a nord della penisola, che non ha però permesso di scampare a una denuncia. I carabinieri della stazione di Sannicola hanno infatti deferito S.E. 27enne originario di Gagliano del Capo, ma residente a Racale e domiciliato nel capoluogo felsineo, con l’accusa di ricettazione. L’indagine ha preso il via dalla denuncia di furto da parte del sannicolese. Nel luglio scorso gli era stato rubato il telefono cellulare di ultima generazione Samsung Galaxy: valore, oltre 600 euro.

Le indagini hanno permesso, tramite i tabulati telefonici sviluppati al codice Imei, comunicato dalla vittima in sede di denuncia, di scoprire che l’apparecchio, dopo il furto, era stato utilizzato con altro numero, identificato per il racalino con domicilio a Bologna.

Raccolti quindi sufficienti elementi di colpevolezza, i militari hanno richiesto all’autorità giudiziaria un decreto di perquisizione a carico del sospettato che è stato eseguito nei giorni scorsi. A effettuarlo, i carabinieri della stazione di Bologna Arcoveggio, che hanno trovato il terminale proprio nell’abitazione bolognese del 27enne. Sannicola. Il giovane, incensurato, è stato quindi denunciato a piede libero per ricettazione. Non è ovviamente stato possibile stabilire se sia stato anche l’autore diretto del furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cellulare rubato al Sud ritrovato al Nord grazie all'Imei: una denuncia

LeccePrima è in caricamento