Cronaca Parabita

Il sindaco Merico: "Troppi 2 delitti in una settimana"

Il sindaco di Parabita Adriano Merico è giunto tra i primi sul luogo dell'omicidio. Conosceva la vittima per avere avuto modo di parlarci una volta su come migliorare l'arredo urbano della sua città

Il sindaco di Parabita Adriano Merico, alla sua seconda legislatura, è giunto tra i primi sul luogo dell'omicidio. Una grande giardino a prato inglese, palme altissime, e lì infondo una struttura che forse avrebbe dovuto accogliere negozi e uffici. Anche se al momento il terreno su cui Giorgio Romano stava per completare l'edificio sotto il cui tetto questa mattina è stato assisinato, risulta, per il Piano regolatore del Comune di Parabita, terreno agricolo. Su in altro, all'ingresso del viale che porta alla struttura, un cartello con due numeri di telefono e la dicitura "Affitasi". Di fronte la sua proprietà, dall'altra parte della strada, un grosso supermercato.

Il sindaco si trova all'ingresso della struttura, sulla strada per Alezio. Rilascia qualche battuta e non nasconde la preoccupazione per quel che è avvenuto. "Due omicidi in una settimana, dopo quello di Gallipoli, gettano nell'angoscia la nostra gente - dice - e a questo punto abbiamo una conferma: quel che credevamo ormai non appartenere più alla nostra terra riemerge invece in tutta la sua drammaticità. Mi auguro che la magistratura e le forze dell'ordine impegnate in prima linea contro la criminalità organizzata, possano giungere quanto prima a chiudere questo cerchio di fatti delittuosi, così come hanno saputo fare in passato, quando dovettero combattere contro la Scu. E possono confidare nella collaborazione della nostra gente, così da uscire quanto prima da questo focolaio di violenza".


Poi,si sofferma sulla figura di Giorgio Romano: "Conoscevo la vittima solo di vista, quando si rivolgeva a me per farmi notare alcune cose che si sarebbero dovute fare in paese, come quando mi sollecitò a rifare il mando stradale nei pressi della sua abitazione e a perseguire con il verde pubblico. In quella occasione mi fece notare come lui fosse un amante del bello, del decoro urbano, e come lui stava contribuendo a rendere Parabita più accogliente anche attraverso il suo grande giardino che aveva realizzato proprio qui dove ci troviamo ora. Potete vedere palme altissime, prato e verde dappertutto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Merico: "Troppi 2 delitti in una settimana"

LeccePrima è in caricamento