rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Gallipoli

In auto con un bastone di legno pronto all’uso. Denunciato un 32enne

Durante il controllo degli agenti delle volanti del commissariato il giovane gallipolino, visibilmente agitato, non ha fornito giustificazioni sulla presenza nella vettura dell’attrezzo che è stato sequestrato

GALLIPOLI - Non solo era in giro per la città per ragioni non certo imprescindibili e magari non per esigenze di lavoro o di estrema necessità, ma nell’auto aveva accanto, e a portata di mano, una mazza in legno senza una ragionevole spiegazione. Per questo motivo un 32enne gallipolino, incensurato, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per detenzione di oggetti atti ad offendere. 

Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, gli agenti delle Volanti del commissariato di Gallipoli, durate un giro consueto di perlustrazione, nel transitare in una zona buia e periferica della cittadina ionica, hanno notato un’auto in sosta, con una persona a bordo che hanno ritenuto di controllare. La vettura era posteggiata in una zona non lontana dalla sede comunale di via Pavia e da viale Europa e l’atteggiamento della persona a bordo ha insospettito i poliziotti che hanno deciso di approfondire il controllo.

Il giovane alla guida, poi identificato, sin da subito ha assunto un comportamento inspiegabilmente insofferente, nervoso e agitato nei confronti degli agenti che chiedevano contezza della sua permanenza in quella zona. Ma soprattutto, nel corso del controllo gli agenti hanno notato che dalla portiera lato guida aperta si intravedeva, all’interno dell’abitacolo, un bastone di legno di forma cilindrica.

Il bastone, lungo circa 60 cm, era posizionato per essere immediatamente disponibile e chiaramente utilizzabile anche se l’uomo, poi denunciato, non è riuscito a fornire agli agenti nessuna giustificazione plausibile sulla detenzione dell’attrezzo improprio che è stato sequestrato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con un bastone di legno pronto all’uso. Denunciato un 32enne

LeccePrima è in caricamento