Cronaca Porto Cesareo

"In cantiere progetti, ma si sia più responsabili"

Il sindaco di Porto Cesareo, Vito Foscarini, nei giorni scorsi aveva già ammesso la necessità di migliorare la viabilità, pur chiedendo un maggiore rispetto del codice da parte degli automobilisti

IMG_2632

PORTO CESAREO - Proprio a margine della tragedia avvenuta domenica notte, il sindaco di Porto Cesareo, Vito Foscarini, è ritornato sul problema dell'arteria della marina, che coinvolge competenze provinciali, comunali e private. Ha ammesso la necessità di dotarsi di una migliore segnaletica stradale e di strade più sicure, soprattutto nei collegamenti tra le città e le località turistiche, ma ha anche sottolineato l'importanza di assumere un comportamento prudente nel rispetto del codice stradale. Una quasi totale assenza di guard-rail e illuminazione, aggravata, però, dagli innumerevoli accessi a strade e abitazioni private, molto spesso abusive. "E' una strada pericolosa - ha spiegato il sindaco Foscarini -, molto trafficata durante la stagione estiva, passata la quale, poi, tutti se ne dimenticano ed io resto a lottare da solo".

Poi lo sfogo, nei confronti degli abitanti: "Non ci si può lamentare per una strada non sicura, se poi si rivendica la voglia di parcheggiare a due passi dalla spiaggia e si procede con l'abusivismo edilizio. In questi giorni sono state centinaia le multe effettuate alle auto lasciate sull'arteria in questione e altrettante sono state le proteste degli automobilisti multati. C'è bisogno di una collaborazione da parte di tutti".

E intanto nella seduta della giunta provinciale dei giorni scorsi, è stata approvata la concessione di un cofinanziamento di 200mila euro al Comune Jonico per la realizzazione di interventi stradali importanti. Tre le rotatorie da realizzare, in corrispondenza degli incroci esistenti sulla Porto Cesareo-Punta Prosciutto, tra la provinciale Porto Cesareo-Veglie, la San Pancrazio-Boncore. Prevista, inoltre, la costruzione dei marciapiedi laterali per gli accessi alle spiagge situate proprio lungo la strada provinciale Porto Cesareo-Torre Lapillo e nei pressi dell'incrocio con Bacino Grande, per un importo totale di oltre 600 mila euro.

Non resterà, quindi, che aspettare il consueto iter burocratico per veder muovere i primi passi verso la messa in sicurezza di un'arteria ad oggi molto pericolosa. Non basterà, però, se non si inizierà a dare maggiore peso alle regole, che esse siano il codice della strada, le norme edilizie o semplicemente quelle morali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In cantiere progetti, ma si sia più responsabili"

LeccePrima è in caricamento