Notte di “fuoco” nel basso Salento. In fumo auto, camion e un casolare

Sono tre gli interventi eseguiti , dalla tarda serata di ieri, a Matino, Alezio e e Supersano. Nel primo episodio, è stato danneggiato un autocarro, nel secondo una struttura adibita a deposito di attrezzi e, infine, la vettura di una donna. Il rogo scoppiato ai danni dell’edificio sarebbe l’unico, accertato, di origine dolosa

Foto di repertorio

MATINO – L’area compresa tra Matino, Alezio e Taviano, e a Supersano,  è stata oggetto, nella notte,  di alcuni incendi che hanno  colpito sia mezzi, sia un casolare. Un primo episodio è stato registrato, intorno alle 23,30 a Matino, sulla via per Gallipoli, nei pressi della masseria “Li Sauli”. L’autocarro Fiat 1100, di proprietà di un uomo che effettua lavori nel settore edile, un 64enne nato e residente a Gallipoli, è andato in fumo.

Sul posto, sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento della Città Bella, per domare le fiamme ed eseguire un primo sopralluogo. Il rogo, stando i rilievi ultimati in presenza dei carabinieri della compagnia di Casarano, diretta dal capitano Aniello Mattera, non hanno messo in luce elementi riconducibili alla natura dolosa. Le cause dell’accaduto, tuttavia, restano in fase di accertamento.

Un altro episodio, questa volta di matrice dolosa, si è verificato nelle campagne tra Alezio e Taviano, dove alcuni individui hanno appiccato le fiamme in un casolare della zona. LA struttura, di proprietà di un 47enne del luogo, è stata colpita forse per una bravata. A dimostrarlo, le tracce rinvenute dai pompieri al termine delle operazioni di spegnimento. O, forse, per un dispetto. Motivi sui quali i militari dell’Arma di Casarano vogliono vederci chiaro. Anche in questo secondo incendio, sono stati i pompieri del distaccamento gallipolino a intervenire per spegnere il fuoco. Ingenti i danni arrecati alla struttura, disabitata perché adibita a deposito di attrezzi agricoli.

Anche a Supersano, infine, ha preso fuoco nella notte un’altra vettura. Si tratta del mezzo appartenente a una donna del luogo, che ha preso fuoco per cause di natura accidentale. Il veicolo, infatti, parcheggiato in una via del comune del basso Salento, sarebbe inutilizzata da tempo perché piuttosto datata. L’intervento è stato gestito da carabinieri e pompieri, ma non ha provocato gravi conseguenze, a parte i danni al cofano della vettura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento