Cronaca Rudiae / Via Monteroni

Domenica di incendi nel Salento. Brucia anche l'area del campus universitario

Sono stati 45 gli interventi dei vigili del fuoco del comando provinciale, i quali hanno domato le fiamme sia all'interno del complesso "Ecotekne", sia in numerosi altri punti del tacco. A Squinzano, inoltre, è andata in fumo un'area precedentemente sequestrata, dove erano depositati pneumatici

Foto di repertorio

LECCE  - Ettari e ancora ettari di terreno sono andati in fumo, a partire dalla mattinata, su tutto il tacco, senza concedere tregua agli addetti ai lavori, i quali hanno eseguito ben  45 interventi fino al pomeriggio. Intorno alle 11, infatti, il primo incendio, scoppiato nell’area del campus universitario compresa tra il complesso universitario  “Ecotekne” e il Collegio Fiorini ha costretto i vigili del fuoco del comando provinciale ad un primo intervento, durato fino alle 15 del pomeriggio, obbligandoli a ritornare sul posto, nuovamente, per altre minacce di fiamme.

Soltanto dopo un estenuante lavoro, i pompieri hanno preso il sopravvento sulle lingue di fuoco, grazie anche alla collaborazione con la protezione civile, scongiurando il rischio di più gravi conseguenze per l’intera struttura. Ma le temperature afose e il vento prepotente hanno colpito in più punti del Salento, dal litorale adriatico a quello dello Ionio, arrecando ingenti danni ambientali, oltre che economici.

Sulla via che congiunge Squinzano a Cellino San Marco, nel brindisino, ad andare a fuoco è stata persino un’area precedentemente sequestrata, sulla quale un centinaio di penumatici sono stati avvolti dalle fiamme. Non è andata meglio, infine, anche alla zona nelle vicinanze della pista prototipi tra Nardò ed Avetrana, colpita dal rogo che ne ha ingoiato una notevole porzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica di incendi nel Salento. Brucia anche l'area del campus universitario

LeccePrima è in caricamento