menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Misterioso rogo: escavatore della ditta in fiamme. Danni per 30mila euro

L’episodio a Casamassella, frazione di Uggiano la Chiesa. Le fiamme hanno colpito il mezzo di una società edile intestata a un 48enne. A febbraio dello scorso anno, fatto simile anche ai danni del fratello, imprenditore nello stesso settore

CASAMASSELLA (Uggiano la Chiesa) – Misterioso incendio nella notte, in un terreno adibito in parte a cantiere edile. L’escavatore, un Fiat Kobelco, intestato a un imprenditore di Casamassella di 48 anni, è andato in fumo per motivi ancora in fase di accertamento. La dinamica, però, lascia presupporre il dolo. Il rogo è divampato nella notte, nelle campagne di Uggiano la Chiesa, in località Spirito Santo.

Il mezzo dotato di braccio meccanico, parcheggiato sull’area di proprietà dello stesso imprenditore, è ormai fuori uso: il suo valore è di circa trentamila euro, tanto il danno arrecato dal fuoco al titolare della società, una srl con sede nella piccola frazione uggianese. Sul luogo sono accorsi gli agenti di polizia del commissariato idruntino, assieme ai pompieri del distaccamento magliese. Immediate le operazioni di spegnimento dell’incendio e i successivi rilievi alla ricerca di elementi utili. Indizi che, in ogni caso, sarà difficile recuperare: il fuoco potrebbe averne cancellato ogni traccia.

Un elemento sospetto, che lascerebbe intravedere il dolo, è costituito dalla porta della cabina del mezzo: al momento del sopralluogo è risultata aperta. Qualcuno potrebbe dunque aver appiccato le fiamme dall’interno dell’abitacolo. Una ipotesi sulla quale gli agenti stanno ora lavorando. La vittima è stata intanto ascoltata dai poliziotti, per chiarire se abbia ricevuto richieste estorsive o minacce di recente. Al vaglio degli inquirenti i contatti professionali dell’imprenditore, sebbene non si escludano anche eventuali motivi di natura personale nella ricerca delle cause del gesto. Lo stesso fratello della vittima, anche lui imprenditore e titolare di un’altra ditta edile, era stato vittima di un identico danneggiamento, nel febbraio dello scorso anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento