Durante la lite esplode colpi d’arma contro la casa, poi sfonda cancello con un’auto

Una coppia ha chiesto aiuto ai carabinieri: accertamenti sul presunto responsabile, probabile conoscente delle vittime

Foto di repertorio.

CASALABATE (Squinzano) – Durante una lite esplode almeno quattro proiettili da un fucile e sfonda il cancello di casa di due coniugi.  La coppia chiama i carabinieri dopo aver udito dei colpi di arma da fuoco indirizzati alla propria abitazione: il marito riesce fortunatamente a scansarli e resta illeso. I militari dell’Arma stanno cercando di fare luce su quanto accaduto nella serata di ieri in una via di Casalabate, la marina di Squinzano.

Marito e moglie del luogo, lei di 54 anni e lui di 65, si sono infatti rivolti al 112 per richiedere un intervento. Un individuo, probabilmente di loro conoscenza, avrebbe utilizzato una Fiat 600, poi trovata effettivamente sul posto, per abbattere la recinzione dell’abitazione dei malcapitati. Quando questi ultimi si sono rifugiati in casa, davanti alla minaccia dell'arma, lui ha cercato di introdursi nel giaridno. Gli inquirenti hanno riscontrato la veridicità del racconto sia attraverso i colpi visibili sull’inferriata, sia tramite i danni provocati dal veicolo utilizzato a mo’ di ariete. Mezzo che peraltro sarebbe in uso al presunto responsabile dell’accaduto.

 Gli investigatori del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina hanno ascoltato la coppia proprietaria di casa e avviato le immediate ricerche dell’uomo, sul quale sono ora in corso degli accertamenti. Nelle prossime ore potrebbero esservi maggiori risposte sull’accaduto e sul motivo che ha scatenato una simile violenza. Stando ai primi riscontri, sembrerebbe che il diverbio sia nato da questioni legate alla proprietà dell’immobile: una circostanza sulla quale gli inquirenti stanno ora effettuando una serie di verifiche per escludere altri possibili scenari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Tentano rapina a commercialista al rientro a casa. Reagisce e fuggono

Torna su
LeccePrima è in caricamento