Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Blitz in depositeria: carcasse arrugginite e pneumatici. In tre nei guai per auto rubata

Il controllo, in città, da parte della polizia stradale: i rifiuti non erano stati smaltiti. Inoltre, scoperto un mezzo di provenienza illecita

I veicoli accatastati e mai smaltiti.

LECCE - La polizia stradale di Lecce ha eseguito un controllo all’interno dell’area per l’autodemolizione di una depositeria giudiziaria, trovando una serie di violazioni. Le verifiche nei giorni scorsi, alla periferia della città, quando gli agenti hanno raggiunto il deposito per accertare il regolare delle attività. Durante l’ispezione, i poliziotti hanno però riscontrato la presenza di vetture e ciclomotori in evidente stato di abbandono, ormai trasformati dal tempo in una carcassa arrugginita.

pneumatici-2I numerosi veicoli, già radiati ma non demoliti, hanno portato i poliziotti a constatare come il rifiuto non fosse stato smaltito. Sul piazzale, inoltre, privi di qualsiasi copertura, erano presenti circa 100 metri cubi di pneumatici, in violazione della normativa che prevede, invece, un adeguato stoccaggio di materiale fuori uso.

Pertanto, il titolare dell’impresa è stato denunciato per svolgimento dell’attività di autodemolitore in violazione alle prescrizioni del titolo autorizzativo emesso dalla Provincia di Lecce - Servizio ambiente e polizia provinciale e per aver   violato la disciplina relativa all’attività di gestione di veicoli inutilizzabili. Proprio nei giorni scorsi, in occasione della sua visita in Puglia, il generale dell'Arma a capo del comando di Tutela ambiente d'Italia, Maurizio Ferla, aveva sollevato la problematicità ecologica presenti in numerose attività di autodemolizione del Salento.

I poliziotti della Polstrada, inoltre, hanno anche effettuato un controllo anche su un'auto in esposizione nell'area esterna di un'attività.  Ma il mezzo è risultato di provenienza illecita e il titolare è stato denunciato con l'accusa di ricettazione. Si tratta di un 53enne residente nel capoluogo salentino. Indagata anche la coppia che si era interessata del trasferimento di proprietà del veicolo: un 21enne di Messina e una 33enne di Taranto. Risponderanno di riciclaggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz in depositeria: carcasse arrugginite e pneumatici. In tre nei guai per auto rubata

LeccePrima è in caricamento