"L'allarme lanciato da Pisanu non è da sottovalutare"

Unanime il commento di Maritati e Capone del Pd, che chiariscono come i rischi di infiltrazioni malavitose nella politica devono essere ridotti a zero: "Il partito si assume le sue responsabilità"

Il senatore Maritati.-4
LECCE - "Le segnalazioni di Pisanu devono spronarci a tenere sempre alto il livello di guardia, a difesa della legalità, soprattutto in questa fase di avvicinamento alle amministrative di maggio": è questo il monito unitario di Salvatore Capone, segretario provinciale del Pd, ed Alberto Maritati, parlamentare del partito, che arriva a commento delle ultime vicende di cronaca politica.

A pochi giorni dall'allarme lanciato dal Presidente Buffa e dal Procuratore Motta, sul rischio di infiltrazioni criminali nelle amministrazioni comunali di Monteroni e Galatina, la bozza di relazione presentata in Commissione Antimafia dal senatore Pisanu, Presidente della stessa Commissione, riguardo alle violazioni del Codice di autoregolamentazione nelle candidature alle ultime elezioni amministrative, ha evidenziato i casi verificatesi nello specifico nei Comuni di Arnesano e Uggiano La Chiesa.

"La Commissione Antimafia - commenta Maritati - lancia segnali che noi tutti dobbiamo saper cogliere. È necessario poi che la politica sia in grado di fare la propria parte, che consiste nell'essere costantemente vigili sul territorio e coerenti con i principi di etica e legalità che devono sempre ispirare la nostra azione. Il Codice di autoregolamentazione, che i rappresentanti del Pd in Commissione chiedono venga al più presto trasformato in legge, nasce proprio dalla Commissione Antimafia e viene sottoscritto da diversi partiti politici, con il Pd in prima fila".

Noi del Partito Democratico - conclude Maritati - valuteremo i casi specifici segnalati di violazione di quel Codice, ma soprattutto ci impegneremo a mobilitare le coscienze e le forze politiche affinché si intraprenda la strada del recupero del valore della legalità e del senso civico. Un recupero che rappresenta per noi l'unico modo possibile per risalire la china e tirarci fuori da quel abisso etico nel quale le ‘gesta' dei nostri governanti hanno fatto sprofondare il paese".

"Le segnalazioni di Pisanu - dichiara Capone - vanno a sommarsi agli allarmi lanciati nei giorni scorsi da Buffa e Motta. Pur riguardando realtà che non hanno mai fatto registrare una forte presenza della criminalità organizzata, e nonostante riguardino casi specifici non strettamente connessi al rischio di infiltrazioni criminali, devono comunque spronarci a tenere sempre alto il livello di guardia, in difesa della legalità, anche negli schieramenti che, come il nostro, non sono direttamente toccati dagli episodi segnalati".

"Anche in quelle realtà, comunque, è forte l'azione di Giovanni Madaro, ad Arnesano, e Salvatore Piconese, ad Uggiano La Chiesa, su questi temi, ed è ampiamente testimoniata dalle iniziative messe in piedi riguardanti l'educazione alla legalità e dalla selezione delle rappresentanze consiliari. Ognuno di noi è chiamato ad assumersi le proprie responsabilità ed è proprio per questo che il Partito Democratico, per proprio conto, ha annunciato recentemente la costituzione dell'Osservatorio della Legalità".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Queste segnalazioni e questa iniziativa - conclude Capone - assumono una rilevanza ancora maggiore in questa fase di avvicinamento alle elezioni amministrative di maggio, che riguarderanno diversi comuni del Salento, richiamando tutti ad un impegno ben preciso: quello di costruire liste di candidati che siano al di sopra di ogni sospetto e massima garanzia di etica pubblica e trasparenza dell'azione amministrativa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento