Cronaca

L'Arif: "Contro gli incendi, il contributo di tutti"

Il presidente dell'Agenzia regionale, Giuseppe Taurino, dopo il ritrovamento della tanica incendiaria nel Bosco d'Arneo: "Il patrimonio naturalistico è parte integrante dell'economia pugliese"

La tanica rinvenuta a Porto Cesareo (foto di Legambiente).-3

BARI - Il giorno dopo il ritrovamento della tanica in metallo, riempita per metà di benzina, all'interno del Bosco d'Arneo, arriva il commento di Giuseppe Taurino, presidente dell'Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali, che svolge un duro lavoro di tutela del territorio pugliese e delle sue risorse naturali: "In piena stagione turistica, mentre già il vento e spesso l'incoscienza e la superficialità di tanti creano disastri ambientali inimmaginabili, risulta davvero difficile capire le motivazioni che si celano dietro questi atti volontari e assurdi".

Gli incendi, oltre ai danni materiali, mettono spesso a rischio la vita della popolazione civile e del personale di soccorso che si impegna per ora in una battaglia impari, soprattutto quando, la forza del vento alimenta il fronte del fuoco. Solo qualche giorno addietro, del resto, durante le disperate operazioni di spegnimento del vasto incendio che ha devastato oltre dieci ettari alle porte di Santa Cesarea Terme, un'operatrice dell'Arif è rimasta leggermente ferita (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=29375).

"Lungi dal farsi però prendere dallo sconforto, è indispensabile il contributo di tutti, consapevoli come siamo che il patrimonio naturalistico è parte integrante anche dell'economia di questa terra. L'appello ai salentini e a tutti i turisti innamorati di questo lembo di terra è quello di segnalare e denunciare ogni situazione anomala e di pericolo, per far sì che le forze dell'ordine possano intervenire per tempo e scongiurare il verificarsi di altri disastri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Arif: "Contro gli incendi, il contributo di tutti"

LeccePrima è in caricamento