rotate-mobile
Cronaca Taviano

L’auto passò col rosso, ma non elevò le multe: a processo un ispettore della polizia municipale

E’ stato rinviato a giudizio Roberto Napolitano, 60 anni, accusato di aver ignorato intenzionalmente due infrazioni commesse dalla stessa vettura nel 2015 a Taviano

TAVIANO - Quell’autovettura passò col rosso per due volte, ma lui avrebbe ignorato le violazioni e per l’accusa lo fece intenzionalmente.

Dovrà  rispondere di abuso d’ufficio Roberto Napolitano, 60 anni, in qualità di ispettore superiore della polizia municipale del Comune di Taviano, nel processo che si aprirà il prossimo 6 dicembre davanti ai giudici della seconda sezione penale del tribunale di Lecce.

La data della prima udienza è stata fissata ieri nel decreto con il quale il giudice per l’udienza preliminare (gup) Michele Toriello ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura che aveva indagato sulla vicenda.

In particolare, secondo le indagini, Napolitano avrebbe visualizzato i video riconducibili al sistema fisso di rilevazione di infrazioni al codice della strada basato su sequenze filmate V-RED 2.1-1 installati sul territorio del Comune di Taviano, e constatato le due infrazioni, come anticipato entrambe legate al passaggio con semaforo rosso, commesse da un’autovettura, una Fiat Panda: la prima, la sera del 7 marzo 2015, stando ai rilevamenti effettuati dal dispositivo posizionato sull’intersezione stradale tra via Regina Margherita e via Parata a Mare e con direzione centro; la seconda la notte del 4 aprile dello stesso anno, rilevata tra via Fani e via Regina Margherita con direzione Gallipoli.

Secondo gli accertamenti svolti dagli inquirenti con i militari della compagnia della Guardia di Finanza di Gallipoli, l’ispettore pur occupandosi personalmente della validazione di queste violazioni al codice della strada, non avrebbe provveduto a redigere gli appositi verbali di contestazione a beneficio della proprietaria dell’autovettura e del padre di questa.

L’imputato avrà modo di respingere le accuse nel processo in cui sarà difeso dall’avvocato Biagio Palamà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’auto passò col rosso, ma non elevò le multe: a processo un ispettore della polizia municipale

LeccePrima è in caricamento