Cronaca

L'auto si ribalta più volte: 26enne muore sul colpo

Giulio Martignano, 26 anni, di Nardò, è deceduto in serata nel terribile impatto dell'auto guidata da un amico 30enne, rimasto ferito solo in modo lieve. I due viaggiavano verso Gallipoli con una Clio

ambulanza_1-10

L'ennesimo schianto, ancora una giovane vita spezzata sulle vie del mare, in una calda domenica di un'estate che sta lentamente entrando nel vivo. Giulio Martignano, 26 anni, di Nardò, è deceduto sul colpo in serata nel terribile impatto dell'auto in cui viaggiava. L'autovettura si è capovolgeva più volte, scaraventando il 26enne fuori l'abitacolo e per lui non c'è stato più nulla da fare. Un impatto dalla dinamica poco chiara, anche perché sembra che non siano rimasti coinvolti altri mezzi. Il giovane, che svolgeva il mestiere di benzinaio, si trovava seduto sul lato passeggero. Accanto a lui, al volante di una Renault Clio, un amico, Marco Cordella, di 30 anni, anch'egli neretino. I due procedevano sulla statale che da Lecce conduce a Santa Maria di Leuca, quando improvvisamente, nel tratto che conduce da Nardò a Gallipoli, in territorio di Sannicola, Cordella ha perso il controllo del mezzo, che ha sbandato e si è ribaltato più volte su se stesso, fino a concludere la sua folle corsa al di fuori della carreggiata.

Immediatamente gli automobilisti di passaggio hanno avvisato i soccorsi e sul posto sono giunte le ambulanze del 118. I sanitari, però, sono riusciti a trarre in salvo soltanto Cordella, rimasto miracolosamente ferito alla spalla: è stato ricoverato presso l'ospedale di Gallipoli. Niente da fare, invece, per Martignano. Le ferite che ha riportato si sono rivelate, purtroppo, fatali. Il 26enne è praticamente spirato dopo pochi istanti. Per i rilievi sono stati chiamati ad intervenire i carabinieri della stazione di Sannicola, dipendenti dalla compagnia di Gallipoli.


Il conducente della Clio, stando a quanto riferito dai carabinieri, dopo uno specifico controllo da parte dei sanitari dell'ospedale di Gallipoli, è risultato positivo test alcolemico. Motivo per il quale è stato deferito dai militari della stazione di Sannicola in stato libertà per omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza. L'autovettura è stata sottoposta a sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'auto si ribalta più volte: 26enne muore sul colpo

LeccePrima è in caricamento