Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

La ragazza lo lascia fuori casa: distrugge i telefoni

Notte brava: litiga con la compagna che gli sbatte la porta in faccia. Prova a telefonarle, ma lei stacca la cornetta. Lui, ubriaco se la prende con le cabine: ne distrugge tre in viale Oronzo Quarta

"Piange il telefono", cantava Domenico Modugno, "perché lei non verrà". E nel caso di un 34enne di Cursi, si potrebbe aggiungere, anche perché lei non le avrebbe mai e poi mai riaperto la porta di casa. Fuori, per punizione, di notte. Che tanto adesso non fa neanche freddo. Troppo alcool in corpo da smaltire aveva L.S. (queste le iniziali dell'uomo), aggiunto alla rabbia ribollente, i cui effetti, notoriamente, si amplificano proprio con il classico bicchiere di troppo. Ma il 34enne, oltre ad alzare il gomito, ha alzato anche le mani, prendendosela con le cabine telefoniche. Un tale macello, ha combinato, che alla fine sono dovuti intervenire i carabinieri. Aveva appena mandato al tappeto tre telefoni di viale Oronzo Quarta, nei pressi della stazione ferroviaria. E' stato in questo frangente che i militari, formalizzandogli una denuncia per danneggiamento aggravato, hanno anche ricostruito la vicenda nei dettagli.


L'uomo si trovava in piena notte fuori di casa dopo un litigio con la convivente, degenerato proprio a causa dell'alcool. E quando s'è visto la porta sbattuta sul muso, ha provato a chiamarla più volte sull'apparecchio di casa. Usando, per l'appunto, i telefoni pubblici. Ma la donna, proprio prevenendo il comportamento del partner, aveva messo la cornetta fuori posto, per rassicurarsi la tranquilla appena riconquistata. E così? apriti cielo. Pugni furibondi sui telefoni e urla nel cuore della notte. La bravata, oltre a costargli una denuncia a piede libero, ha comportato anche il ricovero presso l'ospedale di Campi Salentina. Tante le botte, che alla fine ne hanno risentito le mani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ragazza lo lascia fuori casa: distrugge i telefoni

LeccePrima è in caricamento