Lavori mai eseguiti nonostante la sentenza, a processo consigliere comunale

Al centro della vicenda giudiziaria i lavori di messa in sicurezza di un immobile a Leverano, già al centro di un contenzioso

LECCE – Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. E’ questa l’accusa da cui dovrà difendersi, nel processo che si aprirà il prossimo 6 ottobre dinanzi al giudice monocratico Silvia Saracino, Giovanni Biasi, 58enne di Leverano.

Secondo l’ipotesi accusatoria, Biasi, consigliere comunale a Leverano, non avrebbe eseguito, nonostante la sentenza del Tribunale di Nardò dell’1 luglio 2015, sugli immobili in via Lunga di Leverano, “tutte le opere e le attività finalizzate a dare attuazione al progetto presentato nell’ottobre del 2003 al Comune di Leverano consistente nella demolizione e ricostruzione dell’intero edificio di cui il Ctu aveva attestato il pericolo di crollo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A dare avvio all’inchiesta la denuncia di un cittadino residente nella via interessata dai lavori mai eseguiti, un 71enne di Veglie, assistito dall’avvocato Salvatore Pinnetta. Da lì si è poi sviluppata l’attività della Procura (del fascicolo è titolare il pubblico ministero Roberta Licci) che ha portato alla citazione a giudizio del 58enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento