Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Leverano

Lavori mai eseguiti nonostante la sentenza, a processo consigliere comunale

Al centro della vicenda giudiziaria i lavori di messa in sicurezza di un immobile a Leverano, già al centro di un contenzioso

LECCE – Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. E’ questa l’accusa da cui dovrà difendersi, nel processo che si aprirà il prossimo 6 ottobre dinanzi al giudice monocratico Silvia Saracino, Giovanni Biasi, 58enne di Leverano.

Secondo l’ipotesi accusatoria, Biasi, consigliere comunale a Leverano, non avrebbe eseguito, nonostante la sentenza del Tribunale di Nardò dell’1 luglio 2015, sugli immobili in via Lunga di Leverano, “tutte le opere e le attività finalizzate a dare attuazione al progetto presentato nell’ottobre del 2003 al Comune di Leverano consistente nella demolizione e ricostruzione dell’intero edificio di cui il Ctu aveva attestato il pericolo di crollo”.

A dare avvio all’inchiesta la denuncia di un cittadino residente nella via interessata dai lavori mai eseguiti, un 71enne di Veglie, assistito dall’avvocato Salvatore Pinnetta. Da lì si è poi sviluppata l’attività della Procura (del fascicolo è titolare il pubblico ministero Roberta Licci) che ha portato alla citazione a giudizio del 58enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori mai eseguiti nonostante la sentenza, a processo consigliere comunale

LeccePrima è in caricamento