menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spostamenti off-limits? C’è chi viene da Matino a Lecce per fare la spesa

Due droni oggi hanno sorvolato marine e campagne del capoluogo. E intanto, in centro, non sono mancate le sanzioni della polizia locale

LECCE - Oltre tre ore di immagini registrate. Sono quelle dei due droni messi in campo dall’amministrazione comunale di Lecce. Quattro operatori abilitati, in forza alla protezione civile, alla polizia locale e all’assessorato all’ambiente, li hanno impiegati per perlustrare spiagge ed entroterra. Una lunga panoramica su San Cataldo, Torre Rinalda, Frigole, Torre Chianca e Spiaggiabella. Motivo: scoraggiare spostamenti contrari alle limitazioni imposte dalle norme anti CoVid-19.

I due aeromobili si sono alzati in volo questa mattina e nel primo pomeriggio. Hanno sorvolato per chilometri quadrati, a non più di 35 metri di altezza, tutto il litorale. Quanto pare, senza avvistare alcuna presenza umana. Spiagge leccesi così deserte, in questo periodo dell’anno, non si erano mai viste. Specie ora che le temperature iniziano a salire e i primi caldi invogliano all’uscita. Tant’è. Per ora, non si può.

Tuttavia, le sanzioni non sono mancate. Le pattuglie della polizia locale, infatti, hanno continuato a pattugliare la città con posti di controllo ovunque, sulle strade di propria competenza, all’altezza delle rotatorie di ingresso delle marine e sugli innesti delle strade statali di accesso alla città.

Video | I droni sorvolano le marine

In tutto sono state acquisite 113 autocertificazioni. E le multe, come detto, non sono mancate. Sono incappati, per esempio, tre dipendenti di una società di Corato diretti ad Acquarica del Capo, in transito a Torre Chianca senza giustificato motivo. Ancora, un uomo, residente a Matino, arrivato nientemeno che fino a Lecce per fare la spesa (e meno male che bisognerebbe farla nel supermercato più vicino…).

Poi, ancora, un uomo, a bordo della sua auto, in compagnia di moglie e figlio, anche loro diretti a fare la spesa (ma può andarci un solo componente famigliare). Gli agenti hanno fermato anche un automobilista diretto a San Cesario di Lecce, che, a quanto pare, ha rifiutato di dare spiegazioni e una donna di Lecce che non ha fornito una valida motivazione per cui fosse in giro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento