rotate-mobile
Attimi di paura in città / San Pio / Viale della Repubblica

Tentano di portargli via la Stelvio e nella fuga un malvivente lo minaccia con pistola

Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi a Lecce, in viale della Repubblica. La vittima, un 62enne, si è accorta dei malviventi che stavano armeggiando e si è subito avvicinata. Fuggiti a bordo di un suv di modello identico. Intervenuta la polizia

LECCE – Questione di minuti (ai più esperti ne occorrono appena un paio) e un 62enne di Lecce si sarebbe ritrovato senza più la sua Alfa Romeo Stelvio. Ma, sebbene abbia avuto salva l’auto, deve essere rimasto raggelato quando s’è visto puntare contro una pistola. Vera o giocattolo che fosse, uno dei malviventi l’ha estratta per intimidirlo negli istanti che hanno preceduto la fuga.

Tutto è accaduto la sera di giovedì scorso, 14 marzo, a Lecce, su viale della Repubblica, come verificato da LeccePrima. L’uomo aveva parcheggiato l’auto nel tratto compreso fra la stazione di carburanti Ip e il supermercato Lidl che sorge all’incrocio con via Taranto, per dirigersi proprio qui e fare la spesa.

Al ritorno, la scoperta. Avvicinandosi alla Stelvio, ha notato un soggetto piegato sotto il lato anteriore e le sagome di altri due uomini nell’abitacolo. Non ci ha pensato un istante e ha allungato il passo, avendo ben capito che era in atto un tentativo di furto, ma i tre, accortisi della sua presenza, sono subito fuggiti per essere raccolti da un complice alla guida di un’altra Alfa Romeo Stelvio.

E non è tutto: un attimo prima di salire a bordo, uno dei misteriosi individui ha estratto l’arma, urlando qualcosa. Poi, la fuga a tutto gas verso la rotatoria e in direzione di viale del Risorgimento, da cui, evidentemente, la banda deve aver preso come via di fuga finale la strada statale 613 (ovviamente, non si sa se verso Lecce o, più facilmente, nel senso opposto, in direzione nord).

Il malcapitato, ripresosi dallo spavento, ha composto il 113. Sul posto sono arrivati gli agenti delle volanti di polizia ai quali ha raccontato quanto accaduto, specificando di non poter riconoscere gli individui. Tutti vestiti con abiti scuri, indossavano dei passamontagna. Ha fornito anche una descrizione sommaria del suv crossover usato per la fuga, che dovrebbe essere stato di colore rosso. Gli agenti hanno quindi controllato nell’auto e, sebbene i malviventi siano riusciti ad aprire gli sportelli senza effrazioni, si è subito notata la manomissione del radar anteriore.

Si tratta di una tecnica ormai abbastanza nota, da circa un anno, agli alfisti: i ladri si connettono alla rete Can bus tramite il radar, riuscendo ad avere accesso a varie funzioni, così come ad avviare il motore. In rete si possono trovare vari articoli di siti specializzato, forum di amanti dell’Alfa e video che illustrano bene il meccanismo, partendo da questo punto debole.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di portargli via la Stelvio e nella fuga un malvivente lo minaccia con pistola

LeccePrima è in caricamento