Incidente in azienda: banale caduta e lo trovano riverso con una ferita in testa

Un operaio di 58 anni di Surbo, Claudio Taurino, è stato condotto in codice rosso presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce. Ha una ferita alla testa, ma la vita non è a rischio. E' successo in uno scatolificio di Cavallino. Era uscito per prendere una pedana. Non ricorda nulla dell'accaduto

CAVALLINO – Sembra che tutto sia da ricondurre a una caduta. Una banale caduta, non da qualche metro d'altezza, come spesso succede, ma semplicemente inciampando. Ancora mancano alcuni tasselli per definire la vicenda nel dettaglio, ma dovrebbe essere pressappoco questa la dinamica di un incidente sul lavoro avvenuto nel primo pomeriggio di oggi all’interno di un’azienda che produce scatole per calzature, da imballo, contenitori di vario genere ed espositori.

La vittima è un operaio di 58 anni di Surbo, Claudio Taurino. L'uomo è stato condotto in codice rosso presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Poi, una volta visitato, i problemi più seri sono stati scongiurati e la prognosi si è rivelata meno infausta del previsto. In un primo momento si era persino temuto il peggio. 

L’uomo, infatti, è stato rinvenuto dai suoi colleghi di lavoro riverso per terra, con un taglio alla testa, all’esterno del capannone. Forte la preoccupazione, considerando che era stato d’incoscienza e con sangue che sgorgava dal capo, sul quale appariva un'evidente ferita lacerocontusa. Solo in un secondo momento, una volta giunto nel nosocomio, Taurino ha ripreso conoscenza. Per ora, però, sembra cha abbia un vuoto di memoria sulle fasi che hanno condotto al ferimento.

L’incidente è avvenuto presumibilmente intorno alle 15,30 nell’area di pertinenza dell’azienda “Scatolificio 2D”. Il magazzino si trova in via delle Cave del Duca di Torrevecchia, in una zona di campagna in territorio comunale di Cavallino, per l’esattezza in contrada “Le Pietre”. Sul posto si sono diretti, oltre ai sanitari del 118 che hanno trasportato il ferito nel pronto soccorso del capoluogo, anche gli agenti delle volanti di polizia per un sopralluogo, seguiti poco dopo da un funzionario dello Spesal per le consuete verifiche sulla sicurezza negli ambienti di lavoro.

Stando alle ricostruzioni svolte fino a questo momento, Taurino era uscito all’esterno semplicemente per prendere una pedana. Dato che tardava in modo insolito a rientrate, altri operai sono usciti a cercarlo e l’hanno trovato riverso sull’asfalto. Lo scatolificio non ha punti particolari da raggiungere in alto con scale o altro. L'uomo non doveva quindi arrampicarsi. E’ plausibile che sia inciampato nel corso di quest'incombenza di routine, cadendo però molto malamente per terra.

A tale proposito gli accertamenti dell’ispettore dello Spesal incaricato di fare chiarezza sono ancora in corso e dovranno basarsi soprattutto su quanto riuscirà a ricordare la vittima, giacché non sembra che vi siano testimoni oculari dell’accaduto. Intanto, gli esami ai quali è stato sottoposto in ospedale (in primis una Tac in Radiologia) non hanno evidenziato lesioni interne e questo mette Taurino al rischio da problemi più seri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia, avendo subito un forte colpo alla testa, sarà tenuto sotto osservazione per alcuni giorni. Al momento il 58enne si trova ricoverato nel reparto di Neurochirurgia. La prognosi è di quaranta giorni salvo complicazioni.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento