menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Di notte in un locale del centro con dosi di cocaina nel reggiseno

Una 41enne di Lecce è stata denunciata. Durante un controllo in un kebab, ha tradito nervosismo. Ed è stata scovata la droga

LECCE – Non ha atteso che arrivasse il personale femminile di polizia locale, chiamato appositamente dai carabinieri della sezione radiomobile per la perquisizione. Sapendo che sarebbe comunque spuntato tutto fuori, una volta in caserma, ha deciso di adottare una strategia più collaborativa. Ha inserito una mano nel reggiseno e ne ha estratto cinque dosi di cocaina, già confezionate. I classici ventini, da 0,2 grammi. E alla fine è stata denunciata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nei guai è finita M.S., 41enne di Lecce, con precedenti specifici, anche piuttosto recenti. La donna è stata fermata nella notte di lunedì 27 gennaio dai carabinieri all’interno di una rivendita di kebab nel centro del capoluogo. I militari erano entrati per un normale controllo all’attività e fra i presenti hanno notato anche la donna, che ha manifestato subito un atteggiamento sospetto, dettato da eccessiva irrequietudine.

Conoscendo la sua fedina, i militari hanno voluto vederci un po’ più a fondo, portandola in caserma per un controllo e chiamando la polizia locale perché inviasse delle agenti per una perquisizione. Ma, come detto, nel comando di via Lupiae, la stessa 41enne ha preferito fare da sé. Così, per prima cosa, ha svuotato il contenuto della borsa. Dentro c’erano due sacchetti di mannite, sostanza usata, nei casi di spaccio, per il taglio. Ne aveva per quasi 16 grammi.

Fra le altre cose, c’era anche una pinzetta da sopracciglia con sopra ancora residui di sostanza. I militari hanno supposto che la usasse per preparare le dosi. Dosi che si trovavano nascoste fra gli indumenti intimi. Le già citate cinque da 0,2 grammi (per un totale, quindi, di 1 grammo), ma anche una bustina con qualche avanzo di polvere bianca. I carabinieri hanno sequestrato anche 150 euro in contati, possibile provento di spaccio. Una volta arrivato personale femminale, è stata comunque (e ovviamente) fatta una perquisizione, ma non è spuntato altro. Sentito il magistrato di turno, la donna è stata deferita alla Procura e rilasciata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Stanchezza in primavera, ecco perché

  • Sicurezza

    Come utilizzare l’aceto per le pulizie di casa

  • Cucina

    Melanzane marinate all’aceto, fresche e veloci

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento