rotate-mobile
Grave condotta / Stadio / Viale Giovanni Paolo II

Appuntamenti telefonici per vendere l’hashish: il “cliente”? Nemmeno 14enne

Un 24enne di Lecce arrestato dai poliziotti delle volanti che ieri pomeriggio si sono insospettiti, passando su viale Giovanni Paolo II, per alcuni movimenti. Scoprendo che nel tempo il ragazzino si sarebbe rifornito più volte dallo stesso fornitore

LECCE – Non aveva nemmeno 14 anni il suo “cliente”. Il che ha reso ancor più grave la posizione di Salvatore Signore, 24enne di Lecce. Perché di sostanza stupefacente non n’è stata trovata molta, nemmeno dopo la perquisizione. Ma la vicenda è stata tale che il giovane è finito in carcere. Sì, perché non era nemmeno la prima volta che il ragazzino si rifornisse da lui. 

L’arresto è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri nel quartiere Stadio di Lecce. Qualcosa nell’atteggiamento di un giovane e di un minorenne, un movimento repentino, ha insospettito i poliziotti di un’auto di pattuglia della Squadra volanti. In quel momento la volante stava passando su viale Giovanni Paolo II e il 24enne, quando se n'è accorto, colto dal panico ha cercato di disfarsi di un involucro. Ma proprio questa mossa ha messo sul chi va là gli agenti che si sono fermati e hanno preso quel sacchetto, scoprendo che dentro c’era hashish per 3,4 grammi.

Sono state fatte immediatamente delle verifiche e si è scoperto che il minorenne si era rivolto al 24enne per acquistare la sostanza stupefacente, concordando un appuntamento tramite un contatto telefonico. Metodo, si è appurato, più volte utilizzato nel tempo dal ragazzino per l’acquisto dallo stesso fornitore.

Signore è stato perquisito e si è notato che addosso aveva un sacchetto in stoffa vedere. Era nascosto nella maglia indossata. E dentro c’erano quattro involucri di hashish, per ulteriori 10 grammi. Considerando l’età dell’acquirente e la condotta peraltro reiterata nel tempo, il 24enne è stato arrestato e accompagnato presso la casa circondariale di Borgo San Nicola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appuntamenti telefonici per vendere l’hashish: il “cliente”? Nemmeno 14enne

LeccePrima è in caricamento