Quattro vandali ubriachi di notte "pizzicati" e trascinati in questura

I ragazzi, della provincia, fra i 18 e i 20 anni, hanno rovesciato e danneggiato fioriere e carrellati. Un vigilante li ha visti anche lanciare bottiglie sulle vetrate. Scovati dai poliziotti, ora rischiano la denuncia del Comune

LECCE – La notte brava in città è iniziata in via Trinchese ed è finita in viale Otranto. Negli uffici della questura. E’ qui, infatti, che gli agenti delle volanti di Lecce hanno trascinato quattro ragazzi fra i 18 e i 20 anni della provincia (due di Gallipoli, uno di Sannicola, il quarto di Racale) arrivati nel capoluogo per trascorrere una serata in compagnia, durante la quale, però, la situazione è sfuggita di mano. Troppo alcool in corpo e così, approfittando del fatto che, arrivata una certa ora, in giro non ci fosse praticamente nessuno, hanno pensato bene di sfogarsi contro vetrate e suppellettili urbane.

WhatsApp Image 2020-01-21 at 07.17.16-2Attorno a mezzanotte e mezzo, a notarli, mentre camminavano lanciando bottiglie fra via Trinchese e piazza Mazzini, è stato, un vigilante dell’istituto Ggs La Veliapol che ha subito avvisato la polizia, fornendo delle descrizioni dei ragazzi. E gli agenti si sono messi alla loro ricerca. Intanto, ignaro di essere stato segnalato, il gruppetto stava proseguendo nella sua marcia, rovesciando carrellati dei rifiuti e e danneggiando fioriere.

Ma come le proverbiali molliche di Pollicino, i segni del loro passaggio, anche in piazza Sant’Oronzo, hanno indicato la possibile via intrapresa e, continuando a girare, verso l’una i poliziotti li hanno scovati. Erano gli unici in circolazione in via Federico d’Aragona, nel cuore del centro storico, in un gelido lunedì notte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Portati in questura per essere identificati, sono poi stati rilasciati in attesa che il Comune di Lecce sporga denuncia e, soprattuto, di ulteriori accertamenti che sono al momento in corso circa le reali responsabilià di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • In ospedale per un controllo, avvocato scopre di essere positivo al Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento