menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri nella scuola di Salve.

I carabinieri nella scuola di Salve.

Cultura della legalità: anche i carabinieri di Tricase e Salve tra i banchi di scuola

Proseguono le speciali lezioni organizzate dall’Arma, per informare i ragazzini sull'uso di droghe e cyberbullismo

SALVE - Continuano le speciali lezioni sulla legalità dell’Arma. I carabinieri della compagnia di Tricase, nella mattinata di ieri, hanno mosso ulteriori passi nel percorso nell’ambito del progetto nazionale denominato “Cultura della legalità “ tenendo una conferenza sul tema presso l’istituto secondario di primo grado di Salve. Dopo una breve introduzione a cura della vice dirigente, Viviana Greco, il capitano Alessandro Riglietti, comandante della compagnia di Tricase e il luogotenente Tersigio Zezza, comandante della Stazione i di Salve, hanno tenuto, insieme agli alunni delle classi seconde e terze, un dialogo relativo al concetto di legalità.

Sono stati sviscerati, più nello specifico, gli innumerevoli rischi legati all’uso di sostanze stupefacenti ed alcoliche, norme connesse al rispetto del codice della strada, l’importanza di utilizzare con consapevolezza e criterio i social network, luoghi “reali” e non “virtuali” accessibili da tutti ovunque ed in qualsiasi momento nei quali si possono annidare diversi pericoli rappresentati, soprattutto per i minori, dalla pedopornografia al cyberbullismo in genere. Dopo un richiamo all’importanza del “non restare mai indifferenti”, in un’ottica di una sempre maggiore, stretta partecipazione attiva e collaborazione con le istituzioni, nello specifico i carabinieri, si è ribadito il valore del dialogo con le istituzioni e sull’importanza della prevenzione di situazioni di grave pericolo che possono essere arginate e allontanate, in primo luogo, soprattutto attraverso una più profonda consapevolezza delle medesime.scuola media salve3JPG-2

Di qui il ruolo chiave delle istituzioni, ed in particolare della famiglia, primo fondamentale avamposto di ascolto, controllo e tutela dei minori. Al termine della conferenza, dopo aver risposto alle numerose curiosità, i carabinieri hanno salutato con affetto i giovani alunni e raggiunto i loro coetanei dell’istituto secondario di Morciano di Leuca  per un altro costruttivo confronto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento